lafucina.it
Politica

Invasione russa Ucraina: la bufala delle foto satellitari

Lo sconfinamento che non c'è mai stato

Pubblicato il 29/08/2014 da La Fucina

Invasione russa ucraina: la bufala delle foto satellitari


In qualità di presidente di turno dell'Unione europea, Renzi ieri avrebbe telefonato a Putin per riferirgli che quella russa è una "intollerabile escalation". Ci si chiede, però, se il premier abbia mai pronunciato quelle parole, dato che la presunta invasione non c'è mai stata. I media occidentali hanno riportato la notizia come un dato di fatto, ma si trattava in realtà di un errore di traduzione dell'agenzia Reuters. Lo ha riportato con un tweet Tagesschau, il principale telegiornale tedesco: "Sull'Ucraina c'è stato un errore di traduzione da parte dell'agenzia Reuters: secondo la correzione Poroshenko non ha parlato di un'invasione", si legge sul social network.Il New York Times ha trattato la notizia della presunta invasione russa con un articolo sensazionalistico, si legge sul blog di Pino Cabras, il quale ha fatto notare anche che a scrivere il pezzo è stato tale Michael Gordon, lo stesso che scriveva reportage sulle prove delle armi di distruzione di massa in Iraq. Al tempo il generale della NATO Michael Rasmussen dichiarò che "l'Iraq possiede armi di distruzione di massa. Non è qualcosa che pensiamo, è qualcosa che sappiamo", che ovviamente divenne un fatto accertato grazie ai media occidentali, che sono gli stessi che ora vogliono far credere che in Ucraina sia in corso un'invasione russa.LE FOTO SATELLITARI - "La Repubblica annuncia le prove, gente! Come sempre, del resto, quando devono pompare una certa isteria bellica", scrive ancora Cabras. Il giornale di De Benedetti ieri ha pubblicato sul suo sito un articolo dal titolo "Ucraina, nelle foto satellitari della Nato la prova dell'invasione russa". Ma probabilmente la redazione quelle foto non le ha neanche guardate. Infatti nell'immagine sotto si legge: "L'area di dispiegamento e di addestramento si trova a circa 50 km a Est del confine ucraino", in territorio russo quindi.rostovE aggiunge Pino Cabras: "Come se non bastasse, le diciture nelle foto spiegano anche che quella è l'area di Rostov (nei pressi della più grande città della Russia meridionale). Lì si stanno svolgendo massicce esercitazioni: Mosca mostra i muscoli. Ma a casa sua. Direi che può bastare per aggiornare lo stato di conclamata putrescenza del giornalismo italiano".Ci sono altre due foto, ma "anch'esse come le altre, sono attribuite dalla Nato a un'agenzia privata (ottima tecnica per poter fare marcia indietro e lavarsene le mani). Quelle foto mostrano pochissimi mezzi di artiglieria in territorio ucraino che potrebbero benissimo essere ucraini o comunque conquistati dai ribelli alle migliaia di coscritti che si sono arresi in questi giorni, proprio mentre a Kiev (e a Washington) si ripassa la storia di Caporetto".Perché la NATO ha diffuso queste foto? Per comprendere la mossa dell'Occidente potrebbe essere illuminante il commento di Giulietto Chiesa:"Poroshenko e le fonti occidentali stanno diffondendo la notizia che la Russia avrebbe invaso l'Ucraina. E' il ritornello ormai risaputo. La spiegazione è semplice: le forze governative sono in ritirata in tutta l'area. I ribelli del Donbass sono passati all'offensiva e stanno infliggendo gravissimi colpi alle forze di Kiev, con centinaia di soldati dell'esercito che defezionano o addirittura cercano rifugio nelle aree confinanti della Russia. Né Poroshenko, né nessun altro ha fornito alcuna prova di un intervento militare russo. "Si dice", "si suppone". Il fatto è che né Kiev, né l'Europa possono spiegarsi come mai l'esercito e la Guardia Nazionale di Kiev stanno perdendo la guerra. E preparano, evidentemente il terreno per chiedere l'intervento della NATO. Cioè accusano la Russia di intervento dall'esterno per giustificare in anticipo l'intervento dall'esterno della NATO."

Invasione russa ucraina: la bufala delle foto satellitari


Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie

Puoi seguirci anche su Twitter e Google+.

Invasione russa ucraina: la bufala delle foto satellitari






La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Uova contaminate, Nas ne sequestrano oltre 92000

Nell'inchiesta due le ipotesi sull'uso fipronil

Due casi in Campania di uova contaminate, uno nelle Marche

Istituto Zooprofilattico, su 37 campionamenti 2 'non conformi'

Milano, uova contaminate al fipronil: sequestrata una partita di omelette

Sequestro in una ditta di via Canonica, zona Chinatown

Uova contaminate, il Ministero della Salute annuncia “due positività” in Italia

Su 114 campioni esaminati, segnalate a Regioni e Asl

Epidemia oppiacei Usa, quadruplicati morti dal 1999

Fentanil'killer n.1'nelle città. E' allarme anche antidepressivi

Torna la paura peste nera: ​nuovo focolaio in Arizona

In Arizona trovate pulci infette con la peste nera, la malattia che nel XIV secolo falcidiò il 60% della popolazione europea

Chi usa le sigarette elettroniche ha più probabilità di iniziare a fumare quelle tradizionali

Analisi condotta su quasi 3mila adolescenti britannici e pubblicata ieri su Tobacco Control

Uova contaminate: analisi su campioni di uova, carne di pollame e ovo-prodotti

Zooprofilattico Abruzzo eseguirà le analisi

Tutti i benefici del fico

Il fico è un frutto autunnale ricco di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

El Pais, mojitos in spiaggia sono un ‘nido batteri’

Analizzate bevande e panini di venditori ambulanti in Spagna

Malattie croniche ai polmoni, salgono i morti nel mondo

Per fumo e smog registrati 3,2 milioni di decessi nel 2015

Uova contaminate, Ue: “15 Paesi coinvolti, anche l’Italia”

L'Italia figura tra i 15 Paesi ad aver ricevuto uova dalle aziende coinvolte nello scandalo delle uova al Fipronil

Isolato nell’intestino un batterio che ‘cura’ la sclerosi multipla

Verso nuova era della medicina con i 'farma-microbi'

Sos caldo in farmacia: boom integratori e controllo pressione

Gli italiani cercano aiuto in farmacia contro i disagi da caldo

Matcha, il tè verde ricco di antiossidanti

Un articolo apparso su Food Research International ha concluso che potrebbe migliorare anche l'attenzione e la memoria