lafucina.it
Società

Incidente del principe Harry

La sua scorta è stata travolta da un taxi

Pubblicato il 15/09/2014 da La Fucina

Incidente del principe Harry


Londra - Il Principe Herry è stato coinvolto in un brusco incidente su Prince Albert Road, nei pressi di Regent Park. Il Principe era diretto agli Invictus Game, a bordo di un'auto (una Range Rover). Con lui, la scorta formata da una squadra di poliziotti in moto. All'improvviso uno degli agenti è stato travolto da un taxi (Toyota Prius) che procedeva ad alta velocità. Il Daily Mail riporta i dettagli dell'incidente. Un terribile impatto. Mentre i colleghi hanno soccorso il poliziotto i vigili del fuoco hanno estratto il tassista rimasto bloccato all'interno del veicolo, completamente privo di sensi. Il Principe Harry è rimasto a bordo dell'auto su cui stava viaggiano, senza abbandonare il veicolo, in stato di choc. Alcuni passanti hanno poi dichiarato di aver visto il Principe seduto nella sua auto con un'espressione molto turbata e preoccupata. I feriti sono stati immediatamente trasportati al pronto soccorso. Poche ore dopo il ricovero il poliziotto investito ha lasciato l'ospedale con dimissioni immediate. Buono lo stato di salute. Il tassista invece è stato tenuto sotto osservazione, ma fanno sapere che le sue condizioni non sono gravi. La Metropolitan Police ha aperto un'inchiesta per ricostruire i momenti dell'incidente che è avvenuto intorno alle ore 9:40 su Prince Albert Road, nei pressi di Regent Park e dello Zoo di Londra. Gli agenti hanno raccolto diverse testimonianze. Tra queste quella di un ciclista, che ha chiesto di rimanere anonimo, che ha raccontato alla polizia di aver visto l'auto Range Rover e quattro moto che percorrevano la strada che costeggia il parco ad alta velocità. Il testimone ha dichiarato: "Ho deciso di accelerare per vedere se riuscivo a raggiungerli, volevo sapere chi fosse". (Fonte)

Incidente del principe Harry






La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Le sigarette elettroniche potrebbero causare danni al Dna delle cellule del sangue

Lo afferma lo studio dell'Unibo

Obesità adolescenziale, rischi per il fegato nel futuro

Risultati di una ricerca del Karolinska Institutet di Stoccolma e dell'Università di Lund

Caffè ‘viagra naturale’: fino a 3 tazzine per l’effetto anti-flop

Insieme al movimento è l'ideale per rapporti sessuali soddisfacenti e fertilità

La soia fa bene o fa male?

Siamo sicuri che sia così e che la soia sia davvero una panacea?

Ue, stop all’aranciata senza arancia

La Commissione Ue innalza la quantità di succo al 20%. Italia in regola dal marzo 2018

Basta mezz’ora al telefonino per rischiare mal di testa

no studio del gruppo di ricercatori diretti dall'ex presidente della Società italiana di neurologia, Aldo Quattrone

Tumori, 5 caffè al giorno dimezzano rischio cancro fegato

Secondo una ricerca diretta da Oliver Kennedy, dell'University of Southampton

Infarto, nel 30% dei casi c’è lo zampino del sistema immunitario

Studio Gemelli, al via cure su misura per i diversi tipi arresto cuore

Tumore al polmone, dopo 40 anni cambia la cura d’attacco

Sì di Aifa a immuno-oncologia, 70% pazienti vivo a un anno

Riabilitato il sugo con soffritto di cipolla e aglio, fa bene al cuore

Studio, la cottura lunga sprigiona molecole benefiche per la salute

Cassazione conferma maxisequestro spaghetti ‘made in Turkey’

'Indicazioni fallaci'. Respinto ricorso ad pasta 'Garofalo'

Penne rigate Combino richiamate da Lidl e dal produttore

“Pasta Zara”, per possibile presenza di tracce di soia. Rischio per gli allergici

Pediatri Usa, stop ai succhi di frutta sotto l’anno età

Non sono un buon sostituto della frutta fresca e servono solo a consumare più zucchero e calorie

Torna la pasta da grani antichi, +250 volte in 20 anni

Nel 2017 record 2,5 mln di kg per lo storico 'senatore' Cappelli

Scagionato il Viagra, assumere la pillola blu non provoca melanoma

Studio dei ricercatori della New York University, l'aumento dei casi dipende da un maggior numero di diagnosi