lafucina.it
Società

Italia, ebola: Gino Strada lancia l’allarme

Secondo il medico il virus non arriverà coi barconi ma tramite via aerea

Pubblicato il 16/10/2014 da La Fucina
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Italia, ebola: Gino Strada lancia l'allarme


(Video d'archivio: Gino Strada: "Chi vuole gli F-35 è pazzo")


Pochi giorni fa Gino Strada, partito alla volta del Sierra Leone, aveva detto in un'intervista al Corriere della Sera che se si fosse ammalato di ebola non sarebbe tornato in Italia. Oggi il 66enne medico di Sesto San Giovanni ha lanciato l'allarme per la malattia in un'intervista al Fatto Quotidiano: "se non la fermiamo arriverà da noi", ha detto con riferimento alla malattia. Secondo Gino Strada il virus non si propagherà tramite dei barconi carichi di immigrati che ogni giorno raggiungono le nostre cose, ma per via aerea, "in business class". Il fondatore di Emergency ha anche spiegato che c'è preoccupazione per il fatto che il virus possa raggiungere il nostro Paese, che deve essere preparato per affrontare l'emergenza.

5 cose che bisogna sapere sull'ebola


1) Esiste da decenni: la prima cosa da sapere è che l'epidemia di ebola esiste da anni, precisamente dal 1976, quando si presentò per la prima volta: in precedenza era stato chiamato Zaire virus, dal nome dello stato che ora si chiama Repubblica Democratica del Congo. Al momento ci sono due epidemie, una in Africa Occidentale e una in Congo.2) Non c'è cura: l'alto tasso di mortalità e i sintomi che si manifestano come il sanguinamento fanno pensare ad un film horror. In realtà, come abbiamo spiegato in un altro articolo, non si tratta di una malattia altamente contagiosa: è per questo motivo che non ci sono mai stati investimenti importanti per trovare una cura e si è preferito dare priorità ad altre malattie. Al momento si stanno sperimentando diversi vaccini, e uno anche in Italia.3) In Africa Occidentale non c'è stata una reazione adeguata: l'epidemia in Africa Occidentale è scoppiata a causa della mancanza di un sistema sanitario efficiente, delle scarse condizioni di igiene della popolazione. Inoltre l'epidemia ha fatto scoppiare il panico in questi stati, provocando disordini e violenza.4) L'Occidente non è pronto: anche se il virus dovesse raggiungere l'Europa e gli Stati Uniti per via aerea la diffusione non sarebbe su larga scala, dato che una persona diventa infetta 21 giorni dopo aver contratto l'ebola e verrebbe quindi messo in quarantena subito una volta scoperto. Tuttavia, i casi delle infermiere contagiate in Spagna e negli Stati Uniti, che assistevano i malati e sapevano con che cosa avevano a che fare, è poco rassicurante.5) L'epidemia costa decine di miliardi di dollari: la Banca Mondiale ha fatto sapere che nel peggiore dei casi l'ebola avrà un costo di 33 miliardi di dollari. Il Dipartimento della Difesa americano ha inviato circa 3.000 soldati nelle zone colpite, che ha un costo di almeno 1 miliardo di dollari.

Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie


Puoi seguirci anche su Twitter e Google+.Fonti: Huffington Post; RT.com





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Le sigarette light? Sono più pericolose di quelle normali

Associate all’aumento di adenocarcinoma, comune tumore al polmone

L’esercizio fisico è un’arma contro 22 malattie, dal diabete 2 all’Alzheimer

Studio finlandese, sicuro anche per chi soffre di malattie croniche

Chirurgia, “troppi esami inutili prima degli interventi”

Indagini che fanno crescere i costi e rischi inutilmente

Nuovo magazzino per le albicocche tra più grandi Europa

Nuovo stabilimento Albisole (Forlì-Cesena)

Le ciliegie elisir per sportivi e contro le patologie infiammatorie

Ricche in polifenoli e antociani, sostanze antiossidanti e antinfiammatorie

Trasformatori carne Ue, no a “mortadella vegan”

Organizzazione Clitravi a Commissione Ue, fare chiarezza su nomi

Addio flop a letto, arriva in farmacia il ‘francobollo dell’amore’

Da mettere sotto la lingua in grado di evitare le brutte figure sotto le lenzuola

Contro cellulite depurarsi per restituire ossigeno a cellule

L'80% delle donne con cellulite farebbe qualsiasi cosa per eliminarla

Malattie della tiroide, identificato bersaglio per terapie innovative

Uno studio pubblicato su EMBO Molecular Medicine

Ritirate le crostatine al cacao e albicocca per rischio microbiologico

Contaminazione non omogenea da miceti

Vaccini, via libera a decreto su obbligo a scuola

Introduce l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’accesso alla scuola

Consumo di yogurt e migliore salute delle ossa in età avanzata

Lo sostengono i ricercatori irlandesi del Trinity College di Dublino

Sembra mal di schiena ma non lo è, 18.000 italiani colpiti

Per Spondilite anchilosante spesso diagnosi arriva dopo anni

Sos grano duro: in Italia calo delle semine dell’8,3%

In Canada atteso un calo produzione (-29%) ma export a +6,7%

Caffè e cuore, è nato un amore: la tazzina che fa bene

Studio, un consumo moderato aiuta le persone sane e anche chi ha problemi cardiaci