lafucina.it
Cibo e Salute

Il riso bianco non serve a niente, potete anche buttarlo

Vi consiglio di mangiare il riso integrale

Pubblicato il 13/01/2015 da Franco Berrino
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Il riso è il cereale più consumato nel mondo, soprattutto nell’Oriente. Da noi nel Mediterraneo si consuma il grano, nel nord Europa si consuma l'avena e la segale, in Africa si consuma il miglio, in America si consuma il mais. Il riso ha una proprietà eccezionale, è il cereale meno ricco di proteine rispetto a tutti gli altri: meno del 10% delle calorie del riso vengono da esse. Questa è una cosa molto importante oggi, perché oggi ne mangiamo  un’esagerazione.

Con i legumi si ottengono tutti gli amminoacidi di cui abbiamo bisogno. Il fatto che il riso sia meno ricco di proteine è molto importante perché l’eccesso di proteine nella nostra alimentazione è la principale causa della grande epidemia di obesità nel mondo occidentale, al contrario di quanto si ritiene abitualmente. Il riso ha un’altra proprietà veramente eccellente: è ricco di polifenoli antinfiammatori: quando una persona non sta bene la mia raccomandazione è che si metta qualche giorno a mangiare solo riso, integrale naturalmente, perché nel riso raffinato queste proprietà meravigliose antinfiammatorie non ci sono più. Sconsigliamo vivamente di mangiare il riso bianco e consigliamo di mangiare il riso integrale.

Il riso nella filosofia orientale è visto come l’alimento più equilibrato, in termini di energie espansive e contraenti, energia yin ed energia yang. Il riso è yin perché è vegetale, tutti vegetali sono yin, mentre gli animali sono yang. È yang perché è piccolo e concentrato, ma rispetto agli altri cereali è quello più equilibrato. Il miglio è più yang, piccolo, concentrato, il mais è un cereale più yin e ha degli amidi completamente diversi. Gli antichi cinesi, che hanno definito queste cose in termini di yin e yang, non sapevano minimamente della composizione in amidi, ma il riso ha un amido diverso dal miglio e dal mais.

L’indice glicemico del mais è molto più alto rispetto a quello del riso, per esempio, perché l’amido del mais è la catena ramificata del glucosio, molto più facilmente gelatinizzabile. Fa aumentare la glicemia molto più rapidamente, è controindicato per un diabetico, per chi vuole tenere bassa la glicemia.

Il riso tondo è più yang del riso lungo. È interessante che oggi è sempre più disponibile anche in Italia. Conviene naturalmente, come con tutti i cereali integrali, comprare un cereale di provenienza biologica, che sia stato coltivato senza pesticidi, perché questi vanno soprattutto nella parte del chicco del riso che viene rimossa nel processo di raffinazione. Il riso bianco non ha neanche quasi senso che sia biologico, nel senso che non ci sono più quelle componenti che concentrano i veleni dell’agricoltura che si sciolgono nei grassi. Quindi mangiare cereali e risi integrali significa mangiare un riso integrale biologico.

La gente si lamenta perché ci vuole tanto tempo per cucinare il riso integrale. Ci vogliono almeno 45/50 minuti perché si cucina in un modo diverso: si prende una tazza di riso e due tazze di acqua a freddo, si mette sul fuoco in una buona pentola con il fondo spesso. Quando bolle si aggiunge un po’ di sale, si mette la sveglia 45 minuti, in 45 minuti lui consuma tutta la sua acqua, ed è pronto. Non bisogna scolarlo perché le sostanze meravigliose che contiene se ne andrebbero via con l’acqua. Invece il riso bianco possiamo scolarlo, anzi conviene buttare via anche il riso, non serve proprio a niente a noi!

Vuoi sostenere l'Istituto Nazionale dei Tumori? Fai una donazione





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI
Franco Berrino

Franco Berrino
Medico ed epidemiologo

Laureatosi in medicina e chirurgia magna cum laude all'università di Torino nel 1969 e specializzatosi in anatomia patologica, si è poi dedicato principalmente all’epidemiologia dei tumori. Dal 1975 lavora all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, dove dal 2002 dirige il Dipartimento di medicina preventiva e ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Come pulire e cucinare i cardi

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ecco cosa succede al nostro corpo quando mangiamo cibo da fast food

I risultati di uno studio dell'Università di Bonn

I grani antichi sono davvero più sani di quelli moderni?

E' vero che sono più nutrienti e contengono meno glutine?

Come sbucciare la melagrana in 1 minuto

Ecco un trucchetto per aprire la melagrana facilmente

Mele e pomodori riparano i polmoni degli ex-fumatori

Rallentano il declino della funzione respiratoria anche per chi non fuma

La colazione per non sentire fame fino a pranzo

Sazia a spegne la fame nervosa, è una colazione talmente completa che possiamo evitare lo spuntino

Quante calorie contiene una fetta di panettone o di pandoro?

In ogni fetta sono contenuti 5 cucchiaini di zucchero che ci fa superare la soglia fissata dal OMS

Perché i broccoletti sono così buoni per la salute

Tutte i benefici dei broccoletti e qualche ricetta sfiziosa per cucinarli

10 valide ragioni per consumare i porri

I porri rappresentano un alimento che racchiude sorprendenti proprietà curative e nutrizionali.

Il brodo di pollo in inverno è una vera medicina

Ha un effetto antinfiammatorio con benefici alle vie respiratorie, ecco la ricetta

Listeria nella provola, ritirato un lotto

Il Ministero della Salute ha provveduto al ritiro di un lotto di provola

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Ecco perché mangiare tanto cavolo nero

Ingrediente principale della ribollita toscana, un toccasana contro il freddo

Albero vero o finto: qual è la scelta migliore per l’ambiente?

La vita dei nostri alberi di Natale: prima e dopo

La dieta per arrivare a Natale con la coscienza a posto

La dieta consigliata dal nutrizionista