lafucina.it
Cibo e Salute

Come preparare un detersivo ecologico commestibile

Il procedimento è molto semplice e sarà anche un divertimento

Pubblicato il 29/01/2015 da Stefania Rossini
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Oggi faremo un detersivo con gli scarti della nostra cucina. Useremo scarti vegetali crudi, quindi bucce d'arancia o mandarino, ma vanno bene anche ananas, mele, quello che volete, basta che sia crudo.

Ingredienti per preparare il detersivo ecologico:


Scarti vegetali crudi, zucchero, acquaIl procedimento è molto semplice, è veramente a prova di bambino e sarà anche un divertimento:Versiamo 1,25 l di acqua in un secchio e 250 g di zucchero bianco. Poi mescoliamo, facciamo sciogliere lo zucchero e una volta che è sciolto otteniamo un'acqua zuccherata. Aggiungiamo gli scarti, mescoliamo e inizia il processo di fermentazione. I nostri scarti diventeranno un ottimo prodotto per le pulizie. Ogni giorno o ogni due giorni con una mano o con un cucchiaio spingiamo gli scarti verso il basso in modo che si formi una specie di muffa sopra. Dopo 4 mesi otterremo un detersivo che andrà semplicemente filtrato. Se utilizzato come concentrato è un supersgrassante, oppure lo possiamo diluire in uno spruzzino. Otterremo un prodotto per tutte le superfici: per i vetri è veramente da stellina, è veramente meraviglioso.

Il detersivo ecologico che potete bere: i fermenti attivi

Come sappiamo anche la birra, lo yogurt e la pasta madre sono fermentati. Questo è semplicemente un altro tipo di fermentazione che arriva dalla Thailandia e in Italia non è ancora conosciuto. È un ottimo aceto, ma si può tranquillamente bere. A tutti gli scettici consiglio di provare, non costa nulla.Seguimi su Facebook!





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI
Stefania Rossini

Stefania Rossini
Blogger

Nata 37 anni fa, sposata da 16 e mamma di tre meravigliosi bambini, trovatami per caso e non per volontà a fare la casalinga, mi sono reinventata una quotidianità che mai avrei pensato esistesse. Con immenso dolore, mi sono sentita la classica fallita senza un lavoro, poi ho alzato il capo e giorno dopo giorno, ora sono felice di godermi la mia ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Bibite zuccherate e diet fanno invecchiare il cervello

Aumenta rischio demenza e ictus

Mette il sale nella caffettiera: quello che succede è sorprendente

Succo di barbabietola migliora prestazioni cervello

Maggiore connettività in regioni associate alla funzione motoria

Salgono a 1600 casi di morbillo nel 2017, 4 su 10 ricoverati

Monitoraggio Ministero della Salute, età media 27 anni

Caffè ha doppio aromi vino ma solo nonni sanno riconoscerli

Nel dopoguerra tostatura a casa, ora sparite torrefazioni locali

Tribunale, uso scorretto cellulare causa tumore

Sentenza a Ivrea. Legali, Inail condannata a risarcire dipendente azienda

Grassi trans, eliminarli dalla dieta riduce rischio di infarto e ictus

Presenti in diversi alimenti ritenuti “sfiziosi”, come patatine, cibi fritti e prodotti da forno

Da cannabis possibili farmaci per dermatiti e psoriasi

Revisione studi, benefici dovuti a proprietà anti-infiammatorie

Infermiera fingeva di vaccinare bimbi e gettava le fiale

Asl, 'grave violazione doveri', campagna richiamo 500 pazienti

Lorenzin: “Pillola abortiva in consultorio? La 194 non lo prevede”

Lo ha affermato il ministro della Salute rispondendo a un'interrogazione al Question time in Aula alla Camera

È giusto il carcere per i genitori vegani?

È una notizia di qualche tempo fa, ma i giornali la stanno rilanciando in questi giorni

Il Papillomavirus innesca il cancro, causa mille morti l’anno

Vaccino anti-hpv al centro delle polemiche su Report introdotto 11 anni fa

L’inquinamento delle acque, un pericolo per la salute dell’essere umano

Ogni giorno quasi due miliardi di persone sono costrette a bere acqua contaminata

Facebook fa male alla salute mentale

Lo dice uno studio pubblicato ad Harvard

Latte, obbligo etichetta con origine della materia prima

Da domani in Italia su tutte le confezioni di prodotti lattiero-caseari ci sarà un'etichetta che indica l'origine della materia prima