lafucina.it
Medicina

Le 11 irregolarità con cui hanno affossato il Metodo Di Bella

I passi che hanno falsato la sperimentazione

Pubblicato il 18/02/2015 da Giuseppe Di Bella

Il Procuratore di Torino, Dott. Guariniello, aveva già inviato l’avviso di conclusione indagini ai responsabili della sperimentazione quando, dopo 3 giorni, gli fu tolta l’inchiesta, trasferita ad altra procura che archiviò tutto rapidamente (ammettendo le anomalie ma discolpando i responsabili, che non avrebbero agito per dolo ma, spinti dall’opinione pubblica e per la fretta, avrebbero commesso molti e gravi errori). Numerose interrogazioni parlamentari sul sospetto e tempestivo trasferimento d’inchiesta e immediata archiviazione non ebbero risposta. Rimane il dato di fatto che, malgrado tutte queste documentate anomalie, si pretese di ritenere valida questa sperimentazione, anche se pesantemente criticata da prestigiose testate scientifiche interazionali come il British Medical Journal.Vediamo nei dettagli le 11 irregolarità:1) Somministrazione di farmaci scaduti a 1048 pazienti, ( verbale firmato dai NAS) in base alla scadenza certificata dallo stesso Istituto Superiore di Sanità su richiesta di un ospedale in cui si svolgeva la sperimentazione.2) Presenza di acetone, sostanza tossica e cancerogena nella soluzione vitaminica, somministrata giornalmente ha portato ad accumulo progressivo di acetone in pazienti che essendo in condizioni critiche e stadio terminale.3) Somministrazione di solo 4 dei 7 farmaci del Metodo Di Bella, malgrado ricetta autografa rilasciata dal Prof Di Bella in commissione oncologica.4) Tutte le preparazioni della soluzione vitaminica di retinoidi in vitamina E erano grossolanamente errate, con percentuali insufficienti di principi attivi.5) Somministrazione rapida, senza temporizzatore della somatostatina (va somministrata con un temporizzatore in 8-10 ore) che ne ha vanificato l’effetto, provocando nausea e vomito, attribuiti dagli sperimentatori a tossicità del MDB.6) Arruolamento di pazienti in altissima percentuali chemio-radiotrattati, non più responsivi, con aspettativa di vita tra 11 giorni e 3 mesi, disattendendo le indicazioni del Prof Di Bella, che aveva posto come condizione (verbali della commissione oncologica) che il suo metodo andava sperimentato in pazienti non chemio radiotrattati e in condizione iniziali, non terminali.7) Assenza del doppio cieco e del gruppo di controllo che non consente a nessuna sperimentazione di dare indicazioni cliniche.8) Scelta dell’infimo livello degli obiettivi e della progettazione della sperimentazione: il National Cancer Institute, per validare una sperimentazione, chiede come primo obiettivo la sopravvivenza, seguita dalla qualità di vita e, ultimo, la dimensione del tumore. Hanno scelto l'ultimo, la dimensione del tumore. Il più alto livello della progettazione è il gruppo di controllo e doppio cieco, il secondo solo gruppo di controllo, l'ultimo, l'infimo, quello che hanno scelto: la raccolta di casi clinici.9) Evidentissimo conflitto d'interesse ideologico e finanziario degli sperimentatori, che prima della sperimentazione avevano espresso ripetutamente e su vari organi di informazione cartacea e radiotelevisiva pareri negativi sul MDB fino all'offesa e insulto riviale e grossolano verso il Prof Luigi Di Bella10) Metodica di valutazione errata: ad una terapia biologica hanno applicato i criteri di valutazione di una terapia citotossica e citolitica come la chemio. 11) Tempi di studio assolutamente inadeguati a dare un minimo di valutazione scientifica e indicazione clinica.Guarda il video: Il complotto che affossò il Metodo Di BellaAIUTA LA FONDAZIONE DI BELLA ONLUS DONANDO QUIbanner-di-bella





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI

Giuseppe Di Bella

Giuseppe Di Bella
Medico

Laureato in medicina e chirurgia, specialista ORL - terapia biologica dei tumori -, Presidente della Fondazione Di Bella per lo studio e il trattamento delle patologie neoplastiche e degenerative, Member of Editorial Board of “Neuroendocrinology Letters” Member of Editorial Board of “Activitas Nervosa Superiore Rediviva”, Member of ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Ikea, via da scaffali altri 6 prodotti al cioccolato

L'azienda: "Non adatti ad allergici"

Asciugamano in freezer per dormire nonostante il gran caldo

E anche un pizzico di sale in piu

Soffre di emicrania da 20 anni: bastava eliminare due alimenti

La testimonianza della donna inglese

Profugo contagioso. Ricovero immediato, parte la disinfestazione

Un contagio di Chikungunya in provincia di Rovigo

Nell’olio extravergine ‘armi’ su misura contro i tumori

Università Bari, ogni varieta' ha geni con azioni diverse

Come sbiancare le unghie gialle?

Le unghie ingiallite sono un inestetismo che possiamo risolvere utilizzando dei rimedi casalinghi

Epatite, 10 milioni infetti in Ue ma maggior parte non lo sa

28 luglio Giornata Mondiale; solo 1 paziente su 100 riceve terapia

Fino a 670mila malati rari in Italia, triplica numero farmaci

Nuovo rapporto MonitoRare,solo 10 regioni hanno recepito Piano

Rosmarino, melograno e semi vite contro le radiazioni

Ricerca, estratti naturali potenti antiossidanti

Zika, colpita anche l’Italia: già 52 casi

Sono 1048 in 18 paesi i casi di Zika documentati nell'Unione Europea nel 2016

Pensionato strangola la moglie durante un litigio

Nuova arma contro i batteri «cattivi» che vivono nel nostro intestino

Messo a punto un vaccino in grado di ridurre gli stati infiammatori: potrebbe essere utile per prevenire malattie metaboliche, come l’aterosclerosi e il diabete di tipo 2

Zika in Europa, nato in Spagna primo bimbo con microcefalia

Nato il primo bambino con microcefalia provocata da lvirus Zika in Europa

Stare seduti aumenta rischio cuore, ma solo oltre 10 ore

Esperti, sotto questa media non sembrano esserci effetti

Rischio salmonella, uova crude vietate a Riccione

Ordinanza del sindaco rivolta agli esercizi pubblici e alle mense