lafucina.it
Medicina

Tumori della pelle: i sintomi da non trascurare

In genere i sintomi sono legati alla comparsa o al cambiamento di aspetto di qualche lesione o macchia sulla pelle

Pubblicato il 26/02/2015 da La Fucina

Quando si parla di tumori della pelle si pensa soprattutto ai melanomi, mentre ci sono altre forme di cancro che sono molto più frequenti e, come spiega l'AIRC, si originano dalle cellule basali (carcinomi basocellulari o basaliomi) o dello strato spinoso (carcinomi detti spinocellulari o squamocellulari) dell'epidermide. Questi tipi di tumore, però, ottengono meno attenzione in quanto di solito sono meno gravi e si curano più facilmente. Secondo i dati dell'AIRTUM (Associazione Italiana Registri Tumori) tumori cutanei non melanomatosi sono al primo posto tra gli uomini (15,2% di tutti i tumori) e al secondo tra le donne dopo il tumore della mammella (14,8% di tutti i tumori). In altre parole ogni anno si verificano circa 120 casi di tumore cutaneo non melanomatoso ogni 100.000 uomini e circa 90 casi ogni 100.000 donne.

Tumori della pelle: chi è a rischio?


Spiega l'Airc sul proprio sito: "I carcinomi basocellulari e spinocellulari si sviluppano soprattutto a livello delle parti del corpo più esposte al sole: viso, orecchie, collo, cuoio capelluto, spalle e dorso. Uno dei principali fattori di rischio è l'esposizione a raggi ultravioletti (UVA e UVB) che derivano principalmente dal sole, ma anche da lettini e lampade solari che devono quindi essere utilizzati con estrema attenzione. Sono stati identificati come fattori di rischio anche il contatto con l'arsenico e l'esposizione a radiazioni ionizzanti, alcune anomalie genetiche e un'insufficienza del sistema immunitario dovuta a precedenti terapie, a trapianti oppure all'AIDS. Inoltre, il fumo e alcuni trattamenti per la psoriasi possono aumentare il rischio di sviluppare un carcinoma spinocellulare (soprattutto a livello delle labbra nei fumatori). Avere la pelle molto chiara, un'età avanzata ed essere uomini sono inclusi tra i cosiddetti fattori di rischio non modificabili, sui quali cioè non è possibile intervenire".Tumori della pelle: sintomi e prevenzioneI sintomi sono legati soprattutto alla comparsa o al cambiamento di aspetto di qualche lesione o macchia sulla pelle:"Questi tumori cutanei causano solo raramente sintomi nelle fasi iniziali. In alcuni casi, quando diventano abbastanza grandi e in stadio più avanzato, possono sanguinare o provocare prurito e dolore. In genere, quindi, i sintomi sono legati soprattutto alla comparsa o al cambiamento di aspetto di qualche lesione o macchia sulla pelle. I carcinomi spinocellulari appaiono come noduli o aree con bordi più alti e una depressione centrale, talvolta sono ulcerati, sanguinano raramente e, di solito, hanno margini poco definiti. I carcinomi basocellulari appaiono invece come piccoli noduli di aspetto perlaceo oppure come chiazze di colore rosa, aumentano lentamente di dimensione e qualche volta possono essere pigmentati e venire scambiati per melanomi. In presenza di questi segni, è sempre consigliato rivolgersi allo specialista (dermatologo)".L'Airc ci spiega anche come prevenire i tumori della pelle:"La strategia di prevenzione più efficace per ridurre il rischio di carcinomi basocellulari e spinocellulari consiste senza dubbio nel proteggersi dai raggi ultravioletti. Ciò significa evitare di esporsi al sole nelle ore più calde (tra le 10 e le 16) e, quando ci si espone, indossare sempre cappello e occhiali scuri e utilizzare una protezione solare adeguata per il proprio tipo di pelle, applicandola più volte per garantire una copertura completa e continua. Tutti questi accorgimenti valgono soprattutto per i bambini la cui pelle è molto più sensibile ai danni prodotti dal sole. Ai fini della prevenzione è importante evitare sostanze chimiche dannose come l'arsenico. Inoltre, è molto utile controllare periodicamente l'aspetto della propria pelle, idealmente in una stanza ben illuminata, di fronte a uno specchio e facendosi aiutare da altri per controllare le aree non raggiungibili con il proprio sguardo".E come effettuare una diagnosi:"Il dermatologo, nel corso di una visita completa, valuta,la storia personale e familiare del paziente ed effettua un accurato esame visivo della pelle grazie all'uso dell'epiluminescenza, una speciale tecnica di ingrandimento e illuminazione della pelle. La diagnosi certa di tumore viene effettuata però solo con una biopsia, una procedura durante la quale si preleva una porzione di tessuto che viene poi analizzata al microscopio".





  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Anche poco sale fa male,aumenterebbe rischio infarto e ictus

Lancet, l'ideale 4-5 gr al dì; solo ipertesi devono controllarsi

Morso di un ragno sul braccio: quando preme quello che fuoriesce è disgustoso

Maltrattata nella casa di riposo: pubblica la foto della mamma prima della morte

E' una foto drammatica quella pubblicata da una donna inglese che ha voluto mostrare al mondo "come hanno ridotto mia madre

Il metodo ABCDE: per tenere sotto controllo i nei

E' importante conoscere le regole dell'ABCDE di autovalutazione dei nei

Farmaco aumenta rischio difetti alla nascita

Puo' essere collegato a un aumento del rischio di difetti alla nascita

Lasciano il figlio con la baby sitter, tornano e lo trovano con un grosso livido sul viso

Il piccolo era pieno di graffi e lividi, compreso uno sulla faccia, come se qualcuno gli avesse dato uno schiaffo

Il cliente era allergico, ristoratore condannato a 6 anni per omicidio

L'uomo è morto per choc anafilattico. E' successo a Londra

La curcuma nuovo alleato contro Alzheimer e ictus

Protegge il cervello contro l'alzheimer e l'ictus

Addio dieta, ecco il piatto che assorbe le calorie di troppo

L'idea, rivoluzionaria, arriva dalla Thailandia: grazie a dei piccoli fori che asciugano lʼolio dalle pietanze si riducono le calorie di ogni pasto del 30 per cento

Bimba mangia le fragole: rischia di soffocare per choc anafilattico

E' successo a Castelfidardo, in provincia di Ancona. L'allarme dei genitori e i soccorsi tempestivi hanno evitato il peggio

Acqua detox con fragole e limone: il trucco per dimagrire

Attenti alla pianta velenosa: “Si trova anche nei parchi italiani”

Di origine caucasica, la "Panace gigante o di Mantegazza" provoca ustioni e persino la cecità

Come pulire la lavatrice con rimedi naturali

Allarme farmaci, a rischio rimborsabilità di 1.500 medicinali

Si tratta di 1.500 medicinali innovativi e per malati cronici

Ha un tumore” e le asportano un polmone, ma aveva solo una bronchite

Protagonista dell'assurda vicenda un'insegnante di Cervia in pensione