lafucina.it
Medicina

Quando funziona il Metodo Di Bella

La cura può dare risultati se applicata a pazienti in stato iniziale

Pubblicato il 27/02/2015 da Giuseppe Di Bella
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Quando funziona il Metodo Di Bella? È sostenuto e verbalizzato che la cura del professor Di Bella poteva dare risultati se applicata a pazienti in stato iniziale, non trattati precedentemente con chemio o radio. Allora com’è che dopo che esiste questo verbale hanno arruolato pazienti in condizioni addirittura opposte? Com’è? Lui non avrebbe potuto approvare consapevolmente questo, perché è il contrario e tutti sanno che la terapia non può essere fatta dopo radio e dopo chemio. Lo diciamo a tutti, è codificata nella terapia, c’è un libro sulla terapia, ci sono pubblicazioni sulla terapia, è un elemento base perché si sa benissimo: aumento delle mutazioni, intossicazione e declino dell’immunità.

La cura viene in generale usata alternativamente alla chemioterapia o viene combinata delle volte con la chemioterapia?

C'è un particolare importante: ora con la censura che c’è sul metodo, la quasi totalità della gente non è informata, per cui cosa fanno? Quando sono in condizioni critiche, in uno stadio avanzato non sanno più cosa fare, allora spuntano qua. Una stretta minoranza inizia la cura come terapia di prima linea ed è lì che noi vediamo che ci sono sicuramente dei risultati assolutamente diversi. Nonostante ciò in alcuni casi e voglio sottolineare questo concetto, alcuni casi, pochi casi, malgrado chemio e radio con la terapia, alcuni pazienti in condizioni critiche come le ultime sentenze che hanno dato, sono riuscite a avere benefici al punto tale da essere in assenza documentata di tumore.Anche alcuni pazienti in condizioni critiche, all'ultimo stadio, sono stati recuperati, cioè sono guariti. I casi più suggestivi come sempre sono quelli dei bambini. Di qusti uno non aveva mai fatto niente né chemio e né radio, ed è un neuroblastoma, gli altri due avevano già fatto chemio e radio. Bambini piccolissimi, uno 15 mesi e l’altro 5 mesi, oggi uno ha 16 anni e l’altro ha 15 anni, questi sono guariti perfettamente. Oltretutto l’ultimo, il retinoblastoma di cui le ho parlato, ha fatto l’ultimo controllo oncologico neanche due settimane fa: il risultato di assenza di tumore è stabilizzato, è consolidato, il bambino ha uno sviluppo normalissimo, ha recuperato l’udito con i retinoidi della cura perché con vincristina era diventato sordo perché sono tossiche queste sostanze per i nervi. Ai genitori del bimbo che ha sviluppato il neuroblastoma a 9 mesi di età (8 centimetri di tumore) era stato proposto chemio e intervento con altissimo rischio ovviamente. Mio padre l'ha preso in cura il 13 dicembre 1998 e dopo un anno è guarito.Le prossime puntate:Lunedì 02/03/2014: Diagnostica, Dieta e prevenzione Giovedì 05/03/2014: Inquinamento da chemioterapicoGuarda il video: Perché il sarcoma viene soprattutto nei giovani
 AIUTA LA FONDAZIONE DI BELLA ONLUS DONANDO QUIbanner-di-bella





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI
Giuseppe Di Bella

Giuseppe Di Bella
Medico

Laureato in medicina e chirurgia, specialista ORL - terapia biologica dei tumori -, Presidente della Fondazione Di Bella per lo studio e il trattamento delle patologie neoplastiche e degenerative, Member of Editorial Board of “Neuroendocrinology Letters” Member of Editorial Board of “Activitas Nervosa Superiore Rediviva”, Member of ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

‘Superbatterio’ resiste a tutti antibiotici

Allarme per morte donna

Stress lavoro porta all’infarto, per Tar è causa di servizio

Accolto ricorso funzionario polizia della Liguria

Gli amanti della pasta mangiano meglio, hanno diete più sane

Chi la mangia regolarmente assume più nutrienti fondamentali

Donne esposte da bimbe a fumo passivo più a rischio aborto

Associazione se in casa c'erano due o più fumatori

Lorenzin, firma Lea passaggio storico per sanità italiana

Cosa sono i Lea e come si 'misurano'

Scoperto l’interruttore chiave dell’invecchiamento cellulare

Scoperta chiave per controllare processi legati anche all'incidenza dei tumori

Influenza: già otto morti da inizio epidemia, 63 gravi

Metà in Emilia Romagna, in tutti i casi patologie preesistenti

Il 26% degli italiani rinuncia alle cure

la causa: servizi inadeguati e costi troppo salati

Nutrizionista, pasta e fagioli il top dei piatti’antifreddo’

Piretta, ideale l'abbinamento cereali e legumi caldi, ok pesce

Fumo,mai troppo tardi per smettere,riduce rischio morte

70enni fumatori pericolo triplo di morire prematuramente

Ridurre sale del 10% in 10 anni salvera’ 6 milioni di anni di vita

Studio su 183 Paesi mostra che investire in prevenzione conviene

Riflessologia: benefici del massaggiare le dita della mano

La riflessologia è una terapia manuale che consiste nell’effettuare delle pressioni su determinati punti del corpo la cui energia è connessa a quella di organi interni.

Cosa succede se metti un limone nel forno

I cibi che credevamo sani ma contengono zuccheri aggiunti

Il sondaggio realizzato da un'azienda privata britannica

Troppi zuccheri accorciano la vita, ‘frenano’ gene longevità

Studio su moscerini, più veloce il processo di invecchiamento