lafucina.it
Medicina

Quando funziona il Metodo Di Bella

La cura può dare risultati se applicata a pazienti in stato iniziale

Pubblicato il 27/02/2015 da Giuseppe Di Bella
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Quando funziona il Metodo Di Bella? È sostenuto e verbalizzato che la cura del professor Di Bella poteva dare risultati se applicata a pazienti in stato iniziale, non trattati precedentemente con chemio o radio. Allora com’è che dopo che esiste questo verbale hanno arruolato pazienti in condizioni addirittura opposte? Com’è? Lui non avrebbe potuto approvare consapevolmente questo, perché è il contrario e tutti sanno che la terapia non può essere fatta dopo radio e dopo chemio. Lo diciamo a tutti, è codificata nella terapia, c’è un libro sulla terapia, ci sono pubblicazioni sulla terapia, è un elemento base perché si sa benissimo: aumento delle mutazioni, intossicazione e declino dell’immunità.

La cura viene in generale usata alternativamente alla chemioterapia o viene combinata delle volte con la chemioterapia?

C'è un particolare importante: ora con la censura che c’è sul metodo, la quasi totalità della gente non è informata, per cui cosa fanno? Quando sono in condizioni critiche, in uno stadio avanzato non sanno più cosa fare, allora spuntano qua. Una stretta minoranza inizia la cura come terapia di prima linea ed è lì che noi vediamo che ci sono sicuramente dei risultati assolutamente diversi. Nonostante ciò in alcuni casi e voglio sottolineare questo concetto, alcuni casi, pochi casi, malgrado chemio e radio con la terapia, alcuni pazienti in condizioni critiche come le ultime sentenze che hanno dato, sono riuscite a avere benefici al punto tale da essere in assenza documentata di tumore.Anche alcuni pazienti in condizioni critiche, all'ultimo stadio, sono stati recuperati, cioè sono guariti. I casi più suggestivi come sempre sono quelli dei bambini. Di qusti uno non aveva mai fatto niente né chemio e né radio, ed è un neuroblastoma, gli altri due avevano già fatto chemio e radio. Bambini piccolissimi, uno 15 mesi e l’altro 5 mesi, oggi uno ha 16 anni e l’altro ha 15 anni, questi sono guariti perfettamente. Oltretutto l’ultimo, il retinoblastoma di cui le ho parlato, ha fatto l’ultimo controllo oncologico neanche due settimane fa: il risultato di assenza di tumore è stabilizzato, è consolidato, il bambino ha uno sviluppo normalissimo, ha recuperato l’udito con i retinoidi della cura perché con vincristina era diventato sordo perché sono tossiche queste sostanze per i nervi. Ai genitori del bimbo che ha sviluppato il neuroblastoma a 9 mesi di età (8 centimetri di tumore) era stato proposto chemio e intervento con altissimo rischio ovviamente. Mio padre l'ha preso in cura il 13 dicembre 1998 e dopo un anno è guarito.Le prossime puntate:Lunedì 02/03/2014: Diagnostica, Dieta e prevenzione Giovedì 05/03/2014: Inquinamento da chemioterapicoGuarda il video: Perché il sarcoma viene soprattutto nei giovani
 AIUTA LA FONDAZIONE DI BELLA ONLUS DONANDO QUIbanner-di-bella



Giuseppe Di Bella

Giuseppe Di Bella
Medico

Laureato in medicina e chirurgia, specialista ORL - terapia biologica dei tumori -, Presidente della Fondazione Di Bella per lo studio e il trattamento delle patologie neoplastiche e degenerative, Member of Editorial Board of “Neuroendocrinology Letters” Member of Editorial Board of “Activitas Nervosa Superiore Rediviva”, Member of ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Antitrust: “Vaccini mercato da 300 milioni, intervenire sui monopoli”

Una spesa annua di 300 milioni di euro a carico del Sistema sanitario nazionale

Anche poco sale fa male,aumenterebbe rischio infarto e ictus

Lancet, l'ideale 4-5 gr al dì; solo ipertesi devono controllarsi

Morso di un ragno sul braccio: quando preme quello che fuoriesce è disgustoso

Maltrattata nella casa di riposo: pubblica la foto della mamma prima della morte

E' una foto drammatica quella pubblicata da una donna inglese che ha voluto mostrare al mondo "come hanno ridotto mia madre

Il metodo ABCDE: per tenere sotto controllo i nei

E' importante conoscere le regole dell'ABCDE di autovalutazione dei nei

Farmaco aumenta rischio difetti alla nascita

Puo' essere collegato a un aumento del rischio di difetti alla nascita

Lasciano il figlio con la baby sitter, tornano e lo trovano con un grosso livido sul viso

Il piccolo era pieno di graffi e lividi, compreso uno sulla faccia, come se qualcuno gli avesse dato uno schiaffo

Il cliente era allergico, ristoratore condannato a 6 anni per omicidio

L'uomo è morto per choc anafilattico. E' successo a Londra

La curcuma nuovo alleato contro Alzheimer e ictus

Protegge il cervello contro l'alzheimer e l'ictus

Addio dieta, ecco il piatto che assorbe le calorie di troppo

L'idea, rivoluzionaria, arriva dalla Thailandia: grazie a dei piccoli fori che asciugano lʼolio dalle pietanze si riducono le calorie di ogni pasto del 30 per cento

Bimba mangia le fragole: rischia di soffocare per choc anafilattico

E' successo a Castelfidardo, in provincia di Ancona. L'allarme dei genitori e i soccorsi tempestivi hanno evitato il peggio

Acqua detox con fragole e limone: il trucco per dimagrire

Attenti alla pianta velenosa: “Si trova anche nei parchi italiani”

Di origine caucasica, la "Panace gigante o di Mantegazza" provoca ustioni e persino la cecità

Come pulire la lavatrice con rimedi naturali

Allarme farmaci, a rischio rimborsabilità di 1.500 medicinali

Si tratta di 1.500 medicinali innovativi e per malati cronici