lafucina.it
Medicina

Melatonina contro Parkinson e Alzheimer

La melatonina è un elemento cardine della vita e impedisce alla cellula sana di morire

Pubblicato il 09/03/2015 da Giuseppe Di Bella
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Cosa fa la melatonina sulla cellula sana? Le impedisce di morire. Se si vuole fare una terapia veramente causale, fisiologica e ragionata del Parkinson e dell'Alzheimer negli anziani l'elemento cardine è la melatonina, che impedisce la morte delle cellule del cervello. La melatonina è un elemento cardine della vita: l'esposizione a linee ad alta tensione e campi elettromagnetici perché è pericolosa? Abbassa la melatonina nel sangue e tutte le volte che un individuo ha un abbassamento della melatonina è a rischio, o di tumore o di alterazioni dello stato cognitivo, del suo rendimento psicofisico, degli stati di ansia, di irrequietezza, di irritabilità, di difficoltà di concentrazione, coincidono con l'abbassamento della melatonina. Ma quella che funziona non è quella che trovate in giro: deve avere un legame di idrogeno con l'adenosina, quella formulata da mio padre, perché? Perché nel sangue circola così, nel sangue c'è melatonina, legame di idrogeno con adenosina. Perché impedisce la morte delle cellule celebrali? Perché tre molecole di queste, ognuna delle quali è a un livello spaziale, messe una sopra l'altra, essendo adenosin-monofosfato, tre insieme formano adenosin-trifosfato. Questa è la base energetica della vita, se manca quella le cellule del cervello se ne vanno, la morte cerebrale è soprattutto la carenza di ATP, per cui se io gliele veicolo dentro, perché la melatonina è un pass-partout e passa dappertutto con o senza recettori. Porta l'ATP dentro la cellula cerebrale, ne impedisce la morte, o perlomeno la rallenta e io quel patrimonio iniziale che ho di cellule cerebrali lo conservo il più a lungo possibile.Se io faccio una prevenzione con i retinoidi, la cui emivita è enormemente esaltata dalla presenza di vitamina E nella soluzione di mio padre, che ne impedisce l'ossidazione, per cui ne esalta enormemente la funzionalità e l'efficienza. Nello stesso momento in cui con il betacarotene mi va a stabilizzare il potenziale della membrana cellulare. Non solo, ma altissime dosi di vitamina E, come nella terapia, portano a zero i radicali liberi e portano a zero i processi ossidativi; e in questo c'è una perfetta sinergia e interazione con la melatonina. Per cui l'uso prolungato nella prevenzione dei tumori e delle malattie degenerative, della soluzione dei retinoidi, i tre retinoidi cardine, base, più altissime concentrazioni di vitamine E, più melatonina biologica realizzano la stabilizzazione della membrana cellulare, l'abbattimento dei radicali liberi, delle reazioni ossidative, l'esaltazione massima dell'immunità, la stabilizzazione del DNA e il decremento massimo che possiamo ottenere di rischio della mutazione, perché sono antimutagene. AIUTA LA FONDAZIONE DI BELLA ONLUS DONANDO QUI

banner-di-bella

La prossima puntata sarà giovedì 12/03/2014: Metodo Di Bella come prevenzioneGuarda il servizio di Milena Gabanelli del maggio 2000 sul Metodo Di Bella
 Per informazioni e richieste di chiarimenti medici si prega di contattare direttamente lo studio del Dott. Di Bella a questa pagina. Vuoi contribuire alla ricerca per la terapia per il cancro del dottor Di Bella? Fai una donazione



Giuseppe Di Bella

Giuseppe Di Bella
Medico

Laureato in medicina e chirurgia, specialista ORL - terapia biologica dei tumori -, Presidente della Fondazione Di Bella per lo studio e il trattamento delle patologie neoplastiche e degenerative, Member of Editorial Board of “Neuroendocrinology Letters” Member of Editorial Board of “Activitas Nervosa Superiore Rediviva”, Member of ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

La curcuma nuovo alleato contro Alzheimer e ictus

Protegge il cervello contro l'alzheimer e l'ictus

Addio dieta, ecco il piatto che assorbe le calorie di troppo

L'idea, rivoluzionaria, arriva dalla Thailandia: grazie a dei piccoli fori che asciugano lʼolio dalle pietanze si riducono le calorie di ogni pasto del 30 per cento

Bimba mangia le fragole: rischia di soffocare per choc anafilattico

E' successo a Castelfidardo, in provincia di Ancona. L'allarme dei genitori e i soccorsi tempestivi hanno evitato il peggio

Acqua detox con fragole e limone: il trucco per dimagrire

Attenti alla pianta velenosa: “Si trova anche nei parchi italiani”

Di origine caucasica, la "Panace gigante o di Mantegazza" provoca ustioni e persino la cecità

Come pulire la lavatrice con rimedi naturali

Allarme farmaci, a rischio rimborsabilità di 1.500 medicinali

Si tratta di 1.500 medicinali innovativi e per malati cronici

Ha un tumore” e le asportano un polmone, ma aveva solo una bronchite

Protagonista dell'assurda vicenda un'insegnante di Cervia in pensione

‘Sugar face’, quando nella dieta c’e’ troppo zucchero

Acne, borse sotto gli occhi e pallore, il viso sembra più vecchio

Venezuela, stop alla produzione di Coca Cola: “Manca lo zucchero”

La decisione di sospendere la produzione della sua celebre bevanda a causa della mancanza di zucchero

Dna virus Hiv rimosso per la prima volta da un tessuto vivente

Potrebbe essere in grado di sradicare il Dna dell'Hiv-1 dai pazienti

L’allarme degli esperti: nel 2050 i superbatteri uccideranno in 3 secondi

Nel 2050 dieci milioni di persone potrebbero morire per una semplice infezione ogni anno

Accompagna la figlia incinta a fare l’ecografia ma quello che vedono nel monitor è assurdo

Neonata ferita al volto in sala parto: indagini al Ruggi d’Aragona di Salerno

Dimagrire con un cucchiaino di miele al mattino: ecco come fare

SubtitleIl segreto è consumare un cucchiaino di miele al mattino prima di fare colazione