lafucina.it
Medicina

Lo Stato interposto tra medico e paziente

L'inquinamento della politica sulla scienza

Pubblicato il 16/03/2015 da Giuseppe Di Bella
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Qui non siamo più nell'ambito della scienza e delle ricerca, siamo nell'ambito politico: questo è l'inquinamento della politica sulla scienza. C'è la prevaricazione della politica sulla scienza perché la politica mi impone terapie coercitive che disattendono il dato scientifico, per cui pretendono di creare dei protocolli vincolanti, cui deve sottostare sia il medico ospedaliero che il medico convenzionato. La gravità del momento attuale è questa e questo oltretutto disattende e invalida completamente elementi base dell'etica medica di sempre, perché il medico deve prescrivere secondo scienza e coscienza, non secondo la politica o i protocolli di un governo. Risponde al paziente e alla sua coscienza, non allo Stato: lo Stato si è interposto arbitrariamente nel rapporto tra medico e paziente, lo ha alterato. Per cui il danno è politico, e la politica, tra la miriade di danni che ha prodotto, ha prodotto anche il decadimento della salute, imponendo arbitrariamente e tirannicamente terapie obsolete, illogiche e inefficaci.La medicina è gestita da un élite, sono quelli che la professoressa Anghel e il Nobel Schekman hanno chiamato "la Comunità Scientifica" o i "Vertici del potere" o coloro che gestiscono la medicina. Il potere conferisce a un'élite un'investitura, questi fanno parte della Comunità Scientifica, la Comunità Scientifica pontifica, ma pontifica in maniera dogmatica, incontestabile e infallibile. Chi contesta è un eretico, perciò hanno creato un gruppo di potere e l'hanno chiamato Comunità Scientifica. In questa Comunità Scientifica ci sono una serie di icone che vengono riproposte in maniera ossessiva all'opinione pubblica, sono queste che di volta in volta sono chiamate a scomunicare oppure ad approvare determinate iniziative scientifiche che poi diventano commerciali, naturalmente. Il Nobel Schekman e la professoressa Anghel, per vent'anni direttrice scientifica della prima rivista del mondo, hanno denunciato e si stanno aggiungendo tutta una serie di denunce e cominciano ad avere qualche preoccupazione, perché hanno esagerato. Per cui non è la comunità medica, sono i vertici, quelli che gestiscono il potere medico, e gestiscono le carriere universitarie, il successo, il prestigio, la notorietà, anche internazionale determinati soggetti. Per cui la strada, la strategia, la scelta terapeutica viene pilotata da questi personaggi, che naturalmente sono posti in posizione rilevante nella gestione di istituzioni sanitarie e internazionali.AIUTA LA FONDAZIONE DI BELLA ONLUS DONANDO QUI

banner-di-bella

Si sono lamentati perché in Italia fanno pochi vaccini, però non hanno considerato la quantità documentatissima di danni gravissimi, di bambini autistici, di cui non bisogna parlare. Quei disgraziati che hanno mandato a farsi accoppare all'estero nelle famose missioni, che si sono ritrovati con l'uranio impoverito e una miriade di vaccini, quanti linfomi ci sono stati? Non li hanno neppure riconosciuto la causa di servizio. Hanno una quantità inverosimile di vaccinazioni, tutto condito con uranio impoverito. Tra poco lo diamo ai bambini perché le nostre istituzioni sanitarie, chiamate a pronunciarsi hanno detto: 'No, non fa niente, per carità, l'uranio impoverito non fa niente'. L'Italia viene richiamata perché fanno pochi vaccini. Non avete sentito parlare dei morti di vaccino per l'influenza? È stato silenziato, è scesa la censura, è sceso il velo, perché? È stata forse stabilita la causa? Sono morti per caso! Sono i vertici, le icone, quelli che sono insindacabili, quelli che pontificano, quelli che sono infallibili, quelli che hanno i dogma.La prossima puntata sarà giovedì 19/03/2014: Applicare il Metodo Di Bella: chi e comeGuarda la puntata precedente: Il Metodo Di Bella come prevenzionePer informazioni e richieste di chiarimenti medici si prega di contattare direttamente lo studio del Dott. Di Bella a questa pagina. Vuoi contribuire alla ricerca per la terapia per il cancro del dottor Di Bella? Fai una donazione





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI
Giuseppe Di Bella

Giuseppe Di Bella
Medico

Laureato in medicina e chirurgia, specialista ORL - terapia biologica dei tumori -, Presidente della Fondazione Di Bella per lo studio e il trattamento delle patologie neoplastiche e degenerative, Member of Editorial Board of “Neuroendocrinology Letters” Member of Editorial Board of “Activitas Nervosa Superiore Rediviva”, Member of ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Scuola: Bologna, in due istituti si mangerà prima secondo

Per incrementare consumo verdura. Dal 3/4 coinvolti 350 bambini

Cibi ‘a basso contenuto di..’ possono ingannare

Studio Usa su 80 milioni di prodotti, non sempre salutari

I figli delle mamme 30-40enni hanno meno difficoltà emotive e sociali

Sgridano e puniscono meno i loro bambini. Il vantaggio declina dopo i 15 di età

Lo stile di vita protegge cuore e arterie

Nuove conferme da un nuovo studio pubblicato su The Lancet

Di notte al bagno? Troppo sale nella dieta

Studio presentato dai ricercatori giapponesi dell'Università di Nagasaki

Insulina spray nasale contro l’Alzheimer,al via test clinici

Studio Sniff,ormone potrebbe ripristinare memoria e cognizione

Farmaci: Agenzia Ue sospende 300 generici,studi inaffidabili

Commissione renderà decisione vincolante, in attesa di nuovi dati

Contro il tumore alla vescica primo passo avanti nelle cure dopo 30 anni

Pinto (Aiom), parte ora la seconda 'era' della immunoterapia contro i tumori

Ricerca: alimentazione con più verdure previene malattie

Batteri orali dei sardi di 2 secoli fa svelano segreti longevità

Italia candida cultura tartufo in patrimonio Unesco

Commissione Norcia si è fatta promotore

Magnesio: consumo quotidiano previene cardiopatie, ictus e diabete

Il minerale potrebbe essere responsabile dei benefici della dieta mediterranea

Sapone liquido batte mousse nell’eliminare i germi

Meno efficaci nell'eliminare batteri che possono causare infezioni

Stop import, torna la stagione delle cozze italiane

Da Cnr e coop produttori monitoraggio biologico e sensoriale

Tumori, la maggior parte è dovuta al caso

Nuovo studio sui tumori destinato a far rumore

L’ingrediente segreto dei wurstel

Il video che svela come vengono prodotti