lafucina.it
Medicina

Lo Stato interposto tra medico e paziente

L'inquinamento della politica sulla scienza

Pubblicato il 16/03/2015 da Giuseppe Di Bella
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Qui non siamo più nell'ambito della scienza e delle ricerca, siamo nell'ambito politico: questo è l'inquinamento della politica sulla scienza. C'è la prevaricazione della politica sulla scienza perché la politica mi impone terapie coercitive che disattendono il dato scientifico, per cui pretendono di creare dei protocolli vincolanti, cui deve sottostare sia il medico ospedaliero che il medico convenzionato. La gravità del momento attuale è questa e questo oltretutto disattende e invalida completamente elementi base dell'etica medica di sempre, perché il medico deve prescrivere secondo scienza e coscienza, non secondo la politica o i protocolli di un governo. Risponde al paziente e alla sua coscienza, non allo Stato: lo Stato si è interposto arbitrariamente nel rapporto tra medico e paziente, lo ha alterato. Per cui il danno è politico, e la politica, tra la miriade di danni che ha prodotto, ha prodotto anche il decadimento della salute, imponendo arbitrariamente e tirannicamente terapie obsolete, illogiche e inefficaci.La medicina è gestita da un élite, sono quelli che la professoressa Anghel e il Nobel Schekman hanno chiamato "la Comunità Scientifica" o i "Vertici del potere" o coloro che gestiscono la medicina. Il potere conferisce a un'élite un'investitura, questi fanno parte della Comunità Scientifica, la Comunità Scientifica pontifica, ma pontifica in maniera dogmatica, incontestabile e infallibile. Chi contesta è un eretico, perciò hanno creato un gruppo di potere e l'hanno chiamato Comunità Scientifica. In questa Comunità Scientifica ci sono una serie di icone che vengono riproposte in maniera ossessiva all'opinione pubblica, sono queste che di volta in volta sono chiamate a scomunicare oppure ad approvare determinate iniziative scientifiche che poi diventano commerciali, naturalmente. Il Nobel Schekman e la professoressa Anghel, per vent'anni direttrice scientifica della prima rivista del mondo, hanno denunciato e si stanno aggiungendo tutta una serie di denunce e cominciano ad avere qualche preoccupazione, perché hanno esagerato. Per cui non è la comunità medica, sono i vertici, quelli che gestiscono il potere medico, e gestiscono le carriere universitarie, il successo, il prestigio, la notorietà, anche internazionale determinati soggetti. Per cui la strada, la strategia, la scelta terapeutica viene pilotata da questi personaggi, che naturalmente sono posti in posizione rilevante nella gestione di istituzioni sanitarie e internazionali.AIUTA LA FONDAZIONE DI BELLA ONLUS DONANDO QUI

banner-di-bella

Si sono lamentati perché in Italia fanno pochi vaccini, però non hanno considerato la quantità documentatissima di danni gravissimi, di bambini autistici, di cui non bisogna parlare. Quei disgraziati che hanno mandato a farsi accoppare all'estero nelle famose missioni, che si sono ritrovati con l'uranio impoverito e una miriade di vaccini, quanti linfomi ci sono stati? Non li hanno neppure riconosciuto la causa di servizio. Hanno una quantità inverosimile di vaccinazioni, tutto condito con uranio impoverito. Tra poco lo diamo ai bambini perché le nostre istituzioni sanitarie, chiamate a pronunciarsi hanno detto: 'No, non fa niente, per carità, l'uranio impoverito non fa niente'. L'Italia viene richiamata perché fanno pochi vaccini. Non avete sentito parlare dei morti di vaccino per l'influenza? È stato silenziato, è scesa la censura, è sceso il velo, perché? È stata forse stabilita la causa? Sono morti per caso! Sono i vertici, le icone, quelli che sono insindacabili, quelli che pontificano, quelli che sono infallibili, quelli che hanno i dogma.La prossima puntata sarà giovedì 19/03/2014: Applicare il Metodo Di Bella: chi e comeGuarda la puntata precedente: Il Metodo Di Bella come prevenzionePer informazioni e richieste di chiarimenti medici si prega di contattare direttamente lo studio del Dott. Di Bella a questa pagina. Vuoi contribuire alla ricerca per la terapia per il cancro del dottor Di Bella? Fai una donazione





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI
Giuseppe Di Bella

Giuseppe Di Bella
Medico

Laureato in medicina e chirurgia, specialista ORL - terapia biologica dei tumori -, Presidente della Fondazione Di Bella per lo studio e il trattamento delle patologie neoplastiche e degenerative, Member of Editorial Board of “Neuroendocrinology Letters” Member of Editorial Board of “Activitas Nervosa Superiore Rediviva”, Member of ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Nell’orzo il segreto contro obesità, depressione e demenza

Cereale contiene molecola che favorisce i geni protettivi

Un cerotto potrà riparare il cuore dopo l’infarto

Si applica e ripristina il ritmo cardiaco

Aids: ogni 2 minuti un giovane si contagia

Previsto boom di casi, +60% nel 2030 fra adolescenti

Fumo,mai troppo tardi per smettere,riduce rischio morte

70enni fumatori pericolo triplo di morire prematuramente

Pezzi di vetro nello stracchino Granarolo: ritirato da Auchan e Simply

Auchan e Simply hanno richiamato le confezioni da 170 grammi

Salame Auchan ritirato: potenzialmente pericoloso per la salute

I prodotti alimentari sono stati ritirati dagli store Auchan per 'allerta microbiologica'

Aviaria: il virus è di nuovo in Europa

La Svezia stermina 200.000 polli per nuovi casi d’influenza aviaria

Col gelato a colazione cervello ‘si sveglia’, più scattante

Diviene più reattivo e più veloce nella elaborazione dati

Caffè in capsule potenziale veicolo di ftalati

Potrebbe rappresentare un rischio per la nostra salute

Tutte le ricette del corso di cucina “Prevenzione a tavola”

In esclusiva una carrellata di tutte le ricette che troverete nel corso

Gli scienziati: “Basta bugie su Babbo Natale”

Per gli esperti mentire ai bimbi è sbagliato

Aiutaci a diffondere la cultura della prevenzione a tavola

Diventa un nostro affiliato e promuovi l'alimentazione consapevole

Tumori: ogni anno 800mila italiani cambiano regione per curarsi

Dati preoccupanti diffusi dall'Associazione italiana di oncologia medica

Una bottiglia di birra al giorno fa ingrassare 5kg in 1 anno

In alcolici tante calorie quante nel junk food

Per migliorare l’umore una manciata di noci al giorno

Ma effetto vale in particolare per giovani maschi