lafucina.it
Medicina

La melatonina attiva i processi di suicidio della cellula tumorale

Consente un aumento della morte delle cellule tumorali fino all'80-90%

Pubblicato il 29/07/2015 da Mariano Bizzarri
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

L’80% circa dei farmaci che oggi utilizziamo deriva, in un modo o nell’altro, da sostanze farmacologicamente attive presenti nei cibi, nelle piante e in qualche modo diffusa nel mondo naturale.

Molte di queste sostanze vengono studiate nel mio laboratorio di Systems Biology, cioè di Biologia dei Sistemi complessi, dell'Università La Sapienza di Roma, dove le ricerche vengono condotte in aderenza ai più rigorosi di sperimentazione scientifica e i cui risultati sono regolarmente pubblicati su riviste internazionali peer reviewed ad alto valore d'impatto scientifico.

In particolare il mio laboratorio si è da sempre caratterizzato, ed è attualmente il laboratorio leader, nel campo degli studi della melatonina in Italia. Siamo inoltre in stretto rapporto con il primo grande padre degli studi in questo settore, il professor Reiter dell'Università di San Antonio in Texas, e abbiamo evidenziato come la melatonina come principio farmacologico intervenga su diversi percorsi della cellula tumorale, sia della mammella che del colon, attivando quei processi che facilitano il suicidio della cellula stessa.

La melatonina riesce a superare le barriere che il tumore della mammella frappone cercando di evitare di morire. Di fatto associando la melatonina alle terapie convenzionali o anche dandola in associazione ad altri principi naturali, come per esempio la vitamina D, si riesce ad avere un aumento della morte delle cellule tumorali fino all'80-90%.

Questo è importante perché la melatonina è un farmaco pressoché privo di effetti collaterali e può essere associato con assoluta tranquillità ai trattamenti potenziandoli fino a livelli fino a ieri impensabili.

Potrebbe interessarti questo video del dottor. Bizzarri: Utilità farmacologica delle molecole naturali nella lotta contro il cancro





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI

Mariano Bizzarri

Mariano Bizzarri
Professore e Ricercatore sperimentale

Mariano Bizzarri è nato a Roma il 12/10/1957. Ha studiato in Marocco, Spagna, Francia e Italia. Laurea nel 1981 in Medicina e Chirurgia 110/110 e lode con tesi sperimentale. Nel 2000 ha conseguito il dottorato di ricerca in Chirurgia sperimentale. È stato nominato membro del Consiglio di Amministrazione dell’Università La Sapienza per il ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Rumore nemico del cuore

Più rischi per chi vive vicino ad aeroporto

Come depurare il colon dalle tossine

Ecco quali alimenti ci aiutano a mantenere l'intestino pulito e depurato

Morto a 17 anni per un succhiotto sul collo

Un ictus provocato dal coagulo di sangue

Ogni anno 5mila casi di Salmonella, d’estate aumenta rischio

Attenzione a cibi comprati in strada

Le noci riducono colesterolo e grasso fegato

Mangiare noci migliora metabolismo, riduce impatto junk food

Dieta mediterranea scudo ‘salvacuore’, riduce rischio mortalità in malati

Non solo per i sani, ma anche per chi ha una storia di malattia cardiovascolare alle spalle

Birmania, oltre 30 morti nel nord-ovest per una malattia sconosciuta

Colpiti in gran parte bambini; decessi raddoppiati in pochi giorni

Aperitivi ‘batterici’, occhio a inzuppare più volte gli snack nelle salse

Intingere gli alimenti già 'assaggiati' più e più volte nel condimento contribuisce a diffondere germi in abbondanza

Salmonella nel tiramisù: disavventura al campo scuola

Disavventura con coda in ospedale per un gruppo di ragazzini

Il cervello di un obeso? E’ più vecchio di 10 anni

L'obesità può influenzare anche l'insorgenza e la progressione dell'invecchiamento cerebrale

Via libera del governo ai nuovi Livelli di assistenza

Le nuove prestazioni dovranno essere garantite su tutto il territorio italiano.

Mangiare più proteine ‘veg’ riduce rischi di morte

Studio promuove scelte green

Cibo spazzatura e zuccheri, danni al fegato per bambini

L'obesità infantile è in esplosione anche in Italia

Esodo con febbre per circa 150 mila italiani

Nel weekend del grande esodo estivo i virus non lasciano tranquilli gli italiani

Ikea, via da scaffali altri 6 prodotti al cioccolato

L'azienda: "Non adatti ad allergici"