lafucina.it
Medicina

Gli studi che danno ragione a Di Bella

I positivi risultati della ricerca su acido retinoico e melatonina nella cura dei tumori

Pubblicato il 20/01/2016 da Giuseppe Di Bella

Condividiamo oggi con i lettori de La Fucina l'articolo scritto da Gioia Locati sul Giornale.

La Fondazione di Bella ha finanziato una ricerca sulle cellule staminali che documenta l’effetto differenziante – e dunque potenzialmente antitumorale – di due sostanze della terapia Di Bella: l’acido retinoico e la melatonina. Sono entrambe molecole particolari, tossiche per le cellule tumorali e vitali per quelle sane.

Il lavoro, appena pubblicato su Stem Cells International, è stato realizzato dai dipartimenti di Scienze biomediche dell’università di Sassari e di Biotecnologia dell’Università di Vienna, dal laboratorio di Biologia molecolare di Bologna, dalla Medicina rigenerativa della Fondazione Rinaldi Fontani e dall’Istituto per la guarigione dei tessuti di Lugo, Ravenna. Cliccate qui.

Cellule mesenchimali staminali della polpa dentale – sotto l’effetto combinato di melatonina, acido retinoico, acido ialuronico e acido butirrico – sono diventate osso. (Si sta parlando di cellule sane e di come riescano a cambiare la loro natura attraverso alcune sostanze).

Image 11

I ricercatori hanno mostrato come le staminali della polpa dentale si possano isolare facilmente e che il loro potenziale di crescita non si esaurisce in campo ortopedico e odontoiatrico. Si legge nello studio che “nel ratto colpito da infarto miocardico i tessuti cardiovascolari si sono autoriparati”.

Soddisfatto anche Giuseppe Di Bella, presidente dell’omonima Fondazione che ha finanziato la ricerca: “Si è avuta un’ulteriore conferma che l’acido retinoico esercita le più elevate proprietà differenzianti e che la melatonina ne amplifica l’effetto. È la piena conferma dell’intuizione di mio padre, che oltre 20  anni fa – in assenza di tecniche di biologia molecolare in grado di evidenziare i recettori nucleari dei retinoidi e della melatonina – ne aveva previsto non solo l’esistenza ma anche l’interazione, come documentato oggi”.

Prosegue Di Bella: “Le altre due sostanze, l’acido ialuronico e l’acido butirrico, sono state scelte per la loro funzione di supporto: il primo (che ha recettori diffusamente espressi nelle cellule tumorali) veicola l’acido retinoico e la melatonina all’interno della cellula, mentre l’acido butirrico agisce come ‘decompattatore’ del DNA consentendo agli agenti differenzianti (acido retinoico e melatonina) di interagire con le sequenze del DNA di cui regolano l’espressione genica”.

Di Bella ha precisato che si tratta di un “lavoro apripista”: “Si cerca di capire come si possono condizionare le staminali, come si può entrare nelle cellule e cambiarne il destino. Occorre poi individuare la quantità di agenti differenzianti utile di volta in volta a rigenerare un organo”.

melato

Quindi, ci saranno altre ricerche?

“Sì. La prossima sarà specifica sulle staminali del cancro. L’obbiettivo – tanto ambizioso quanto necessario – è riuscire a bloccare le cellule che danno metastasi e le staminali tumorali responsabili delle recidive sia locali che a distanza”.

È vero che il DNA emette suoni?

“Ho potuto apprezzare le immagini che i ricercatori mi hanno mostrato: sotto l’effetto dell’acido retinoico il filamento del DNA cambia forma, diventa un’omega. Le basi dell’omega, i filamenti più vicini, emettono vibrazioni. È uno sviluppo emozionante della ricerca: ci si accosta ai codici della vita. Le cellule trasmettono in tempo reale, mentre l’iter di un segnale chimico è molto più lento. Conoscendo lunghezza d’onda e frequenza di questi segnali si potrà in un futuro non lontano sostituire la chimica con la fisica e, perchè no, usare meno farmaci”.

Il finanziamento di queste e delle prossime ricerche già iniziate  e in corso, è stato possibile grazie anche alla visibilità  che “la Fucina” e il Blog di Beppe Grillo hanno dato alle basi scientifiche e alle conferme cliniche del MDB. A loro vanno i nostri più sentiti ringraziamenti.

AIUTA LA FONDAZIONE DI BELLA ONLUS DONANDO QUI

banner-di-bella





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI
Giuseppe Di Bella

Giuseppe Di Bella
Medico

Laureato in medicina e chirurgia, specialista ORL - terapia biologica dei tumori -, Presidente della Fondazione Di Bella per lo studio e il trattamento delle patologie neoplastiche e degenerative, Member of Editorial Board of “Neuroendocrinology Letters” Member of Editorial Board of “Activitas Nervosa Superiore Rediviva”, Member of ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Nell’orzo il segreto contro obesità, depressione e demenza

Cereale contiene molecola che favorisce i geni protettivi

Un cerotto potrà riparare il cuore dopo l’infarto

Si applica e ripristina il ritmo cardiaco

Aids: ogni 2 minuti un giovane si contagia

Previsto boom di casi, +60% nel 2030 fra adolescenti

Fumo,mai troppo tardi per smettere,riduce rischio morte

70enni fumatori pericolo triplo di morire prematuramente

Pezzi di vetro nello stracchino Granarolo: ritirato da Auchan e Simply

Auchan e Simply hanno richiamato le confezioni da 170 grammi

Salame Auchan ritirato: potenzialmente pericoloso per la salute

I prodotti alimentari sono stati ritirati dagli store Auchan per 'allerta microbiologica'

Aviaria: il virus è di nuovo in Europa

La Svezia stermina 200.000 polli per nuovi casi d’influenza aviaria

Col gelato a colazione cervello ‘si sveglia’, più scattante

Diviene più reattivo e più veloce nella elaborazione dati

Caffè in capsule potenziale veicolo di ftalati

Potrebbe rappresentare un rischio per la nostra salute

Tutte le ricette del corso di cucina “Prevenzione a tavola”

In esclusiva una carrellata di tutte le ricette che troverete nel corso

Gli scienziati: “Basta bugie su Babbo Natale”

Per gli esperti mentire ai bimbi è sbagliato

Aiutaci a diffondere la cultura della prevenzione a tavola

Diventa un nostro affiliato e promuovi l'alimentazione consapevole

Tumori: ogni anno 800mila italiani cambiano regione per curarsi

Dati preoccupanti diffusi dall'Associazione italiana di oncologia medica

Una bottiglia di birra al giorno fa ingrassare 5kg in 1 anno

In alcolici tante calorie quante nel junk food

Per migliorare l’umore una manciata di noci al giorno

Ma effetto vale in particolare per giovani maschi