lafucina.it
Cibo e Salute

Tumore all’intestino, il rischio aumenta con gli antibiotici?

Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista Gut

Pubblicato il 12/04/2017 da La Fucina

Assumere antibiotici per lunghi periodi potrebbe aumentare il rischio di polipi intestinali che possono precedere la comparsa di un tumore. Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista Gut da un gruppo di ricercatori coordinato da Andrew Chan dell'Harvard Medical School di Boston (Stati Uniti) secondo cui nelle donne che hanno assunto questi farmaci per più di 15 giorni tra i 20 e i 59 anni di età la probabilità di ricevere una diagnosi di polipi intestinali supera del 73% quella delle donne che non li hanno assunti.

LEGGI ANCHE: L’infuso che sgonfia l’intestino rendendo il ventre piatto

In particolare, l'analisi di Chan e collaboratori ha svelato che le donne che hanno assunto questi farmaci per almeno 2 mesi quando erano ventenni o trentenni hanno una probabilità superiore del 36% di ritrovarsi alle prese con dei polipi intestinali, mentre fra quelle che li hanno assunti per altrettanto tempo quando erano quarantenni o cinquantenni la probabilità di ricevere una diagnosi di polipi intestinali aumenta del 69%.

Le informazioni a disposizione dei ricercatori non permettono di concludere che esiste una relazione di tipo causa-effetto, ma già in passato alcuni studi avevano suggerito che l'esposizione agli antibiotici potrebbe aumentare il rischio di tumore all'intestino. Il fenomeno potrebbe avere una spiegazione plausibile: gli antibiotici, infatti, possono alterare la flora batterica intestinale e alcune variazioni di quest'ultima sono state a loro volta associate al cancro all'intestino. “Se confermati da altri studi – concludono i ricercatori – questi risultati suggeriscono la potenziale necessità di limitare l'uso degli antibiotici”. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Milano, uova contaminate al fipronil: sequestrata una partita di omelette

Sequestro in una ditta di via Canonica, zona Chinatown

Uova contaminate, il Ministero della Salute annuncia “due positività” in Italia

Su 114 campioni esaminati, segnalate a Regioni e Asl

Epidemia oppiacei Usa, quadruplicati morti dal 1999

Fentanil'killer n.1'nelle città. E' allarme anche antidepressivi

Torna la paura peste nera: ​nuovo focolaio in Arizona

In Arizona trovate pulci infette con la peste nera, la malattia che nel XIV secolo falcidiò il 60% della popolazione europea

Chi usa le sigarette elettroniche ha più probabilità di iniziare a fumare quelle tradizionali

Analisi condotta su quasi 3mila adolescenti britannici e pubblicata ieri su Tobacco Control

Uova contaminate: analisi su campioni di uova, carne di pollame e ovo-prodotti

Zooprofilattico Abruzzo eseguirà le analisi

Tutti i benefici del fico

Il fico è un frutto autunnale ricco di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

El Pais, mojitos in spiaggia sono un ‘nido batteri’

Analizzate bevande e panini di venditori ambulanti in Spagna

Malattie croniche ai polmoni, salgono i morti nel mondo

Per fumo e smog registrati 3,2 milioni di decessi nel 2015

Uova contaminate, Ue: “15 Paesi coinvolti, anche l’Italia”

L'Italia figura tra i 15 Paesi ad aver ricevuto uova dalle aziende coinvolte nello scandalo delle uova al Fipronil

Isolato nell’intestino un batterio che ‘cura’ la sclerosi multipla

Verso nuova era della medicina con i 'farma-microbi'

Sos caldo in farmacia: boom integratori e controllo pressione

Gli italiani cercano aiuto in farmacia contro i disagi da caldo

Matcha, il tè verde ricco di antiossidanti

Un articolo apparso su Food Research International ha concluso che potrebbe migliorare anche l'attenzione e la memoria

Scoperta una nuova mutazione genetica che causa l’infertilità maschile

Previene la formazione delle cellule che servono per la produzione dello sperma

Basta poco alcol al giorno per aumentare il rischio di tumori della pelle

Non riguarda il melanoma, l'ipotesi e' che l'etanolo possa impedire la riparazione del Dna