lafucina.it
Cibo e Salute

Tumore all’intestino, il rischio aumenta con gli antibiotici?

Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista Gut

Pubblicato il 12/04/2017 da La Fucina

Assumere antibiotici per lunghi periodi potrebbe aumentare il rischio di polipi intestinali che possono precedere la comparsa di un tumore. Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista Gut da un gruppo di ricercatori coordinato da Andrew Chan dell'Harvard Medical School di Boston (Stati Uniti) secondo cui nelle donne che hanno assunto questi farmaci per più di 15 giorni tra i 20 e i 59 anni di età la probabilità di ricevere una diagnosi di polipi intestinali supera del 73% quella delle donne che non li hanno assunti.

LEGGI ANCHE: L’infuso che sgonfia l’intestino rendendo il ventre piatto

In particolare, l'analisi di Chan e collaboratori ha svelato che le donne che hanno assunto questi farmaci per almeno 2 mesi quando erano ventenni o trentenni hanno una probabilità superiore del 36% di ritrovarsi alle prese con dei polipi intestinali, mentre fra quelle che li hanno assunti per altrettanto tempo quando erano quarantenni o cinquantenni la probabilità di ricevere una diagnosi di polipi intestinali aumenta del 69%.

Le informazioni a disposizione dei ricercatori non permettono di concludere che esiste una relazione di tipo causa-effetto, ma già in passato alcuni studi avevano suggerito che l'esposizione agli antibiotici potrebbe aumentare il rischio di tumore all'intestino. Il fenomeno potrebbe avere una spiegazione plausibile: gli antibiotici, infatti, possono alterare la flora batterica intestinale e alcune variazioni di quest'ultima sono state a loro volta associate al cancro all'intestino. “Se confermati da altri studi – concludono i ricercatori – questi risultati suggeriscono la potenziale necessità di limitare l'uso degli antibiotici”. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Cesena, mangia sushi e poi muore. “Verifiche anche sull’operato dei soccorsi”

La donna aveva cenato in un ristorante di Savignano. La titolare: "Io? Sono tranquilla"

Il caffè protegge dal cancro alla prostata, minimo 3 tazzine

Studio italiano, azione confermata in vitro con estratti caffè

Lotto antibiotico ritirato da farmacie

Risultato fuori specifica riscontrato sul suddetto lotto

Lorenzin: sì tasse su tabacco, sono contro morte

'Battaglia contro fumo è la prima battaglia di salute'

Come liberarsi dell’unghia incarnita in pochi minuti

Sequestrato lotto di polenta bio

Troppo glutine e micotossine pericolose

Mangiare cioccolata e cibi grassi: colpa dei geni

Varianti Dna associate a preferenze alimentari,contrastano diete

Meningite, liceale in terapia intensiva a Milano

Un ragazzo di 18 anni è ricoverato in Terapia intensiva all'ospedale Niguarda di Milano

Bibite zuccherate e diet fanno invecchiare il cervello

Aumenta rischio demenza e ictus

Mette il sale nella caffettiera: quello che succede è sorprendente

Succo di barbabietola migliora prestazioni cervello

Maggiore connettività in regioni associate alla funzione motoria

Salgono a 1600 casi di morbillo nel 2017, 4 su 10 ricoverati

Monitoraggio Ministero della Salute, età media 27 anni

Caffè ha doppio aromi vino ma solo nonni sanno riconoscerli

Nel dopoguerra tostatura a casa, ora sparite torrefazioni locali

Tribunale, uso scorretto cellulare causa tumore

Sentenza a Ivrea. Legali, Inail condannata a risarcire dipendente azienda

Grassi trans, eliminarli dalla dieta riduce rischio di infarto e ictus

Presenti in diversi alimenti ritenuti “sfiziosi”, come patatine, cibi fritti e prodotti da forno