lafucina.it
Medicina

La malattia di Parkinson potrebbe avere origine nell’intestino

La malattia di Parkinson potrebbe avere origine nell'intestino

Pubblicato il 12/05/2017 da La Fucina

La malattia di Parkinson potrebbe avere origine nell'intestino. Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista Neurology® da un gruppo di ricerca internazionale diretto da Bojing Liu, del Karolinska Institutet di Stoccolma (Svezia), secondo cui la patologia potrebbe svilupparsi nell’apparato gastrointestinale e poi raggiungere il cervello attraverso il nervo vago, che collega il tronco encefalico all'addome e controlla i processi involontari dell’organismo, come la frequenza cardiaca e la digestione.

Leggi anche: 200 anni di Parkinson, i sintomi da tenere sotto controllo

Nel corso della ricerca, gli autori hanno analizzato i registri nazionali svedesi relativi agli ultimi 40 anni, per confrontare lo stato di salute di 9.430 persone che avevano subito una vagotomia con quelle di altri 377.200 cittadini. La vagotomia è un intervento chirurgico, che viene spesso eseguito nei soggetti che soffrono di ulcera, diretto a recidere il tronco principale o le diramazioni del nervo vago. Al termine dell’analisi, gli scienziati hanno osservato che in 4 decenni, la malattia di Parkinson era stata sviluppata da 4.829 membri del gruppo di controllo e da 101 soggetti che avevano subito la vagotomia. In termini percentuali la differenza non era rilevante: la patologia aveva colpito circa l’1,07% delle persone che erano state operate e l’1,28% di quelle che non avevano subito l’intervento.

Ma quando i ricercatori hanno ristretto il campo, analizzando i risultati dei due diversi tipi di vagotomia, hanno scoperto che le persone che avevano subito la vagotomia tronculare – che prevede la recisione del tronco principale del nervo – correvano un rischio di sviluppare il Parkinson inferiore del 40% rispetto a chi non aveva subito l’operazione chirurgica. Ciò suggerisce che la malattia potrebbe effettivamente avere origine nell’intestino e poi raggiungere l’encefalo attraverso il nervo vago. Tuttavia, gli autori precisano che occorrono ulteriori ricerche per confermare la validità di questa ipotesi. (FONTE)

 





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Come pulire e cucinare i cardi

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ecco cosa succede al nostro corpo quando mangiamo cibo da fast food

I risultati di uno studio dell'Università di Bonn

I grani antichi sono davvero più sani di quelli moderni?

E' vero che sono più nutrienti e contengono meno glutine?

Come sbucciare la melagrana in 1 minuto

Ecco un trucchetto per aprire la melagrana facilmente

Mele e pomodori riparano i polmoni degli ex-fumatori

Rallentano il declino della funzione respiratoria anche per chi non fuma

La colazione per non sentire fame fino a pranzo

Sazia a spegne la fame nervosa, è una colazione talmente completa che possiamo evitare lo spuntino

Quante calorie contiene una fetta di panettone o di pandoro?

In ogni fetta sono contenuti 5 cucchiaini di zucchero che ci fa superare la soglia fissata dal OMS

Perché i broccoletti sono così buoni per la salute

Tutte i benefici dei broccoletti e qualche ricetta sfiziosa per cucinarli

10 valide ragioni per consumare i porri

I porri rappresentano un alimento che racchiude sorprendenti proprietà curative e nutrizionali.

Il brodo di pollo in inverno è una vera medicina

Ha un effetto antinfiammatorio con benefici alle vie respiratorie, ecco la ricetta

Listeria nella provola, ritirato un lotto

Il Ministero della Salute ha provveduto al ritiro di un lotto di provola

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Ecco perché mangiare tanto cavolo nero

Ingrediente principale della ribollita toscana, un toccasana contro il freddo

Albero vero o finto: qual è la scelta migliore per l’ambiente?

La vita dei nostri alberi di Natale: prima e dopo

La dieta per arrivare a Natale con la coscienza a posto

La dieta consigliata dal nutrizionista