lafucina.it
Cibo e Salute

Obesi ‘sani’ falso mito, anche loro rischiano infarto e ictus

Dal Portogallo arriva uno studio che mette in crisi l'orgoglio curvy

Pubblicato il 17/05/2017 da La Fucina

Sani nonostante i molti chili di troppo, e fieri anche di sentirsi bene nel proprio peso? Dal Portogallo arriva uno studio che mette in crisi l'orgoglio curvy. Secondo una ricerca presentata all'European Congress on Obesity (Eco) a Porto, gli obesi 'metabolicamente sani' sono comunque più a rischio di eventi cardiovascolari come ictus e insufficienza cardiaca rispetto ai normopeso. Per obesi metabolicamente sani, spiegano gli esperti, si intendono persone clinicamente obese per termini di indice di massa corporea (Bmi) ma senza complicanze metaboliche come cattivo controllo glicemico, iperlipidemia, diabete e ipertensione, solitamente associate all'eccesso di peso.

Lo ricerca, condotta da Rishi Caleyachetty dell'University of Birmingham (Gb) ha esaminato i dati sanitari dal 1995 al 2015 tratti da un registro britannico, relativi a una coorte di 3,5 milioni di persone 'over 18' che all'inizio non avevano malattie cardiovascolari. Gli studiosi hanno scoperto così che gli obesi 'sani' avevano il 50% di rischio in più di sviluppare nel corso degli anni una coronaropatia rispetto ai normopeso; il pericolo di ictus per loro aumentava del 7% e quello di insufficienza cardiaca raddoppiava. Ma dallo studio non arrivano solo cattive notizie: per gli obesi 'sani' il pericolo di vasculopatie periferiche è più basso del 9% rispetto ai coetanei con un peso nella norma.

Il messaggio è chiaro: "Le persone obese metabolicamente sane sono a più alto rischio di coronaropatia, malattie cerebrovascolari e insufficienza cardiaca rispetto alle persone di peso normale e ugualmente sane dal punto di vista metabolico. La priorità per i medici dovrebbe essere quella di promuovere e favorire la perdita di peso fra gli obesi, indipendentemente dalla presenza, o assenza, di anomalie metaboliche", dice Caleyachetty.

Insomma, "a livello di popolazione la cosiddetta obesità metabolicamente sana non è una condizione priva di rischi, e forse - conclude - sarebbe meglio non usare questo termine per descrivere una persona obesa, indipendentemente da quante complicanze metaboliche abbia". (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Spugne, ricci e vongole: dal mare nuovi farmaci anti cancro e infezioni

Lo studio del Centro internazionale di ingegneria genetica e biotecnologie (Icgeb) di Trieste

Frutta secca anti-obesità, si a noci, mandorle e pistacchi

Hanno effetto saziante, nel pasto al posto di proteine animali

In stato vegetativo da 15 anni,recupera stato minimo coscienza

Con una nuova tecnica di stimolazione del nervo vago

Tutti i benefici delle banane

Ricchissime di potassio, ma non solo

Influenza inchioderà a letto 5 milioni di italiani

Ci si aspetta una stagione influenzale 2017-2018 di intensità media

Infarti e ictus, oltre 50% dei casi trattati in Pronto soccorso

Simeu, ha un ruolo strategico quando la tempestività è essenziale

Depressione, dormire meno riduce i sintomi nel 50% dei pazienti

Maxi-studio pubblicato sul Journal of Clinical Psychiatry

Al via le donazioni per i malati di Sma: Checco Zalone lascia tutti senza parole

L'artista lancia un appello per salvare la vita ai bambini malati

Con 150 minuti di sport a settimana si può evitare l’8% dei decessi

Con attività fisica cala il rischio di patologie cardiovascolari

Formaggio ritirato contaminato da Listeria

Lotto di produzione 04827 di taleggio Dop a latte crudo

La caffeina potrebbe ridurre il rischio di morte tra le donne

Ma gli uomini non hanno lo stesso beneficio

Alzheimer, i 10 segnali che non bisogna sottovalutare

Si celebra oggi 21 settembre la Giornata mondiale dell'Alzheimer

Intossicati da falso zafferano, nuovo caso a Modena

Responsabile nei giorni scorsi della morte di una coppia di coniugi veneti.

Chikungunya: 86 casi in tutto, 10 nuovi nel Lazio

Ad oggi sono 86 le persone colpite dal virus

Farmaco anti-diabete riduce l’aggressività del cancro alla prostata

E' la metformina. Sesti (Sid), promettenti ricadute su pazienti