lafucina.it
Medicina

Un vaccino contro il colesterolo cattivo, test sull’uomo

Promette di frenare l'aterosclerosi riducendo l'accumulo di grasso che può ostruire le arterie

Pubblicato il 21/06/2017 da La Fucina

Un vaccino contro il colesterolo alto, che promette di frenare l'aterosclerosi riducendo l'accumulo di grasso che può ostruire le arterie causando malattie cardiovascolari e attacchi potenzialmente fatali. Si chiama AT04A, è stato sviluppato dall'azienda austriaca Affiris e stimola la produzione di anticorpi contro l'enzima PCSK9, chiave nel metabolismo del colesterolo cattivo Ldl.

LEGGI ANCHE: Bergamotto toccasana, in succo combatte stress e colesterolo

Dopo il successo dei test condotti sui topi, il prodotto che si somministra con iniezioni sottopelle è arrivato all'uomo. I ricercatori del Dipartimento di farmacologia clinica della Medical University di Vienna stanno valutando la sicurezza e l'attività di AT04A e di un altro composto denominato AT06A in 72 volontari sani. Il trial di fase clinica I , iniziato nel 2015, dovrebbe essere completato entro l'anno.

La novità è protagonista di un articolo e di un editoriale di commento pubblicati sull''European Heart Journal', rivista della Società europea di cardiologia. Il lavoro è il primo a dimostrare la possibilità di immunizzare topi geneticamente modificati con una molecola che induce l'organismo a produrre anticorpi contro l'enzima PCSK9, che viene prodotto dal fegato e riduce la capacità di 'ripulire' il sangue dal colesterolo cattivo in eccesso.

Quando il vaccino sperimentale AT04A viene iniettato sottopelle in topi nutriti con una dieta grassa 'all'Occidentale', in modo da alzare i livelli di colesterolo e accendere la miccia dell'aterosclerosi, il composto è in grado di dimezzare i livelli di colesterolo totale (-53%), di abbattere del 64% i danni aterosclerotici ai vasi sanguigni e di ridurre del 21-28% i marcatori biologici spia di infiammazione vascolare. Gli anticorpi anti-PCSK9 (quindi indirettamente anti-colesterolo) sono rimasti funzionali durante tutto il periodo di studio e le concentrazioni restavano elevate anche a ricerca conclusa.

"Si può dunque assumere che i livelli di colesterolo continuino ad abbassarsi con un effetto long-lasting - afferma Günter Staffler, Chief Technology Officer di Affiris e tra gli autori dell'articolo - Se questi risultati si replicheranno nell'uomo, potrebbe significare disporre di una terapia a lunga durata d'azione che, dopo la prima somministrazione, necessiterebbe solo di un 'richiamo' annuale. Un vero e proprio approccio immunoterapico, efficace e conveniente per i pazienti, che aumenterebbe l'adesione al trattamento".

Nell'editoriale di commento, Ulrich Laufs (Saarland University, Germania) e Brian Ference (università di Bristol, Uk, e Wayne State University School of Medicine di Detroit, Usa) definiscono il vaccino "promettente", ma precisano che "la sicurezza e gli effetti immunitari a lungo termine nell'uomo vanno valutati molto attentamente". Fra i rischi ipotizzati ci sarebbe la "possibile insorgenza di diabete". (Fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede al nostro corpo quando mangiamo cibo da fast food

I risultati di uno studio dell'Università di Bonn

I grani antichi sono davvero più sani di quelli moderni?

E' vero che sono più nutrienti e contengono meno glutine?

Come sbucciare la melagrana in 1 minuto

Ecco un trucchetto per aprire la melagrana facilmente

Mele e pomodori riparano i polmoni degli ex-fumatori

Rallentano il declino della funzione respiratoria anche per chi non fuma

La colazione per non sentire fame fino a pranzo

Sazia a spegne la fame nervosa, è una colazione talmente completa che possiamo evitare lo spuntino

Quante calorie contiene una fetta di panettone o di pandoro?

In ogni fetta sono contenuti 5 cucchiaini di zucchero che ci fa superare la soglia fissata dal OMS

Perché i broccoletti sono così buoni per la salute

Tutte i benefici dei broccoletti e qualche ricetta sfiziosa per cucinarli

10 valide ragioni per consumare i porri

I porri rappresentano un alimento che racchiude sorprendenti proprietà curative e nutrizionali.

Il brodo di pollo in inverno è una vera medicina

Ha un effetto antinfiammatorio con benefici alle vie respiratorie, ecco la ricetta

Listeria nella provola, ritirato un lotto

Il Ministero della Salute ha provveduto al ritiro di un lotto di provola

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Ecco perché mangiare tanto cavolo nero

Ingrediente principale della ribollita toscana, un toccasana contro il freddo

Albero vero o finto: qual è la scelta migliore per l’ambiente?

La vita dei nostri alberi di Natale: prima e dopo

La dieta per arrivare a Natale con la coscienza a posto

La dieta consigliata dal nutrizionista

Arriva la Dieta vegana in versione Mediterranea

Da cereali a olio di oliva,alimenti tutti derivati da tradizione