lafucina.it
Cibo e Salute

Consumo quotidiano pomodori dimezza crescita cancro pelle

Esperimento su topi, mostra benefici solo su quelli maschi

Pubblicato il 14/07/2017 da La Fucina

Il consumo quotidiano di pomodori dimezza lo sviluppo di tumori della pelle in topi maschi. Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports, che conferma il potenziale effetto antitumorale di alimenti ricchi di carotenoidi e, allo stesso tempo, supporta la medicina di genere: ovvero, quello che funziona nei maschi non funziona sempre ugualmente bene nelle femmine, e viceversa.

GUARDA IN ALTO IL VIDEO DI APPROFONDIMENTO: Sun Black, il pomodoro nero che combatte l’invecchiamento

I tumori cutanei non melanomatosi, nonostante un basso tasso di mortalità, sono sempre più frequenti e costosi da curare. Per verificare l'effetto protettivo di alcuni cibi, i ricercatori dell'Ohio State University hanno alimentato topi con una dieta giornaliera costituita per il 10% di polvere di pomodoro, per la durata di 35 settimane. Una volta esposti a luce ultravioletta, i topi maschi sperimentavano, in media, una diminuzione del 50% della crescita del cancro della pelle rispetto ai topi che non mangiavano il pomodoro disidratato. Non esistevano differenze significative, invece, per i topi femmine.

LEGGI ANCHE: Pomodori cinesi made in Italy: il vero scandalo è che non sappiamo leggere le etichette

La teoria dietro il rapporto tra pomodori e cancro è che carotenoidi, i composti pigmentanti da cui deriva il tipico colore rosso, possono proteggere la pelle dai danni alla luce UV. "Il licopene, il carotenoide principale nei pomodori, è stato dimostrato essere l'antiossidante più efficace di questi pigmenti", spiega Jessica Cooperstone, coautrice dello studio. "Tuttavia, quando si confronta il licopene somministrato attraverso un intero pomodoro o un integratore sintetizzato, quello presente nell'ortaggio intero sembra più efficace nel prevenire l'arrossamento dopo l'esposizione a raggi UV, suggerendo che altri composti presenti nell'alimento possono avere un ruolo". (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.

banner basso postfucina





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

I super cibi per l’inverno

Impariamo a supportare le nostre difese immunitarie nelle stagioni di transizione

Come evitare le allergie ai cibi già in gravidanza e allattamento

Lo rivela uno studio condotto presso il Boston Children's Hospital

10 validissimi motivi per mangiare i semi di zucca

I semi di zucca hanno proprietà straordinarie e benefici per il nostro organismo

Giuggiole, il frutto autunnale che fa bene alla salute

Proprietà anti-obesità, ipoglicemizzanti, antiossidanti, epatoprotettive e gastroprotettive

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

L’alimentazione contro il freddo: ecco come passare l’inverno senza ammalarsi

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale, insieme ad un buon riposo

Tumore al pancreas, dal 2002 casi in aumento di quasi il 60%

L'annuncio dell'Associazione italiana di Oncologia medica

Micotossine nella farina della polenta di Arcene: non consumatela

Lotto ritirato dal commercio

Ecco perché mangiare aglio (più un trucco per non puzzare)

L'aglio apporta benefici importantissimi per la nostra salute

5 ottimi motivi per mangiare indivia

L'indivia è una verdura eccezionale per il nostro organismo

I funghi rallentano l’invecchiamento grazie agli antiossidanti

Soprattutto i funghi porcini

6 ottimi motivi per mangiare lenticchie

Risultano essere ricche di fibre sali minerali e vitamine

La patata d’oro, ricca di vitamina A, E e prevenire molte malattie

Dall'Italia la 'patata d'oro', ha 3 geni di un batterio

Cosa mangiare quando si soffre di afte

I cibi che prevengono e curano le afte, più una giornata alimentare tipo

Con cibo piccante si consuma meno sale e la pressione scende

E' un modo per 'ingannare' il cervello