lafucina.it
Cibo e Salute

Consumo frequente alcolici riduce il rischio di diabete

Diminuisce bevendo 3-4 giorni a settimana

Pubblicato il 28/07/2017 da La Fucina

Il consumo frequente di alcolici è associato a un ridotto rischio di diabete: bere anche più di un bicchiere al giorno di vino o birra nell'arco di 3-4 giorni a settimana sembra le frequenza di consumo legata al rischio minore. Lo rivela una ricerca pubblicata su Diabetologia da Janne Tolstrup dell'Università della Danimarca Meridionale. Lo studio ha coinvolto 70.551 persone, tutte sane, monitorate per quasi 5 anni. Nel periodo di osservazione sono state registrate meno di 900 diagnosi di diabete tra i maschi e una quota molto simile per le femmine.

Già in precedenza altri studi avevano associato il consumo di moderate quantità di alcolici alla riduzione del rischio di diabete, ora si è analizzata anche la frequenza di consumo nei giorni della settimana, oltre che le quantità consumate. È emerso che gli uomini che consumano 14 drink per settimana hanno un rischio di ammalarsi di diabete del 43% inferiore rispetto agli astemi, mentre le donne che bevono 9 drink per settimana hanno un rischio ridotto del 58%. In termini di frequenza, i dati rivelano che il consumo di alcolici nell'arco di 3-4 giorni a settimana è associate al minor rischio di ammalarsi -27% in meno per i maschi e 32% in meno per le donne - rispetto al rischio di individui che si limitano a consumare alcolici con frequenza minore di un giorno a settimana. (Fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Uova contaminate, Nas ne sequestrano oltre 92000

Nell'inchiesta due le ipotesi sull'uso fipronil

Due casi in Campania di uova contaminate, uno nelle Marche

Istituto Zooprofilattico, su 37 campionamenti 2 'non conformi'

Milano, uova contaminate al fipronil: sequestrata una partita di omelette

Sequestro in una ditta di via Canonica, zona Chinatown

Uova contaminate, il Ministero della Salute annuncia “due positività” in Italia

Su 114 campioni esaminati, segnalate a Regioni e Asl

Epidemia oppiacei Usa, quadruplicati morti dal 1999

Fentanil'killer n.1'nelle città. E' allarme anche antidepressivi

Torna la paura peste nera: ​nuovo focolaio in Arizona

In Arizona trovate pulci infette con la peste nera, la malattia che nel XIV secolo falcidiò il 60% della popolazione europea

Chi usa le sigarette elettroniche ha più probabilità di iniziare a fumare quelle tradizionali

Analisi condotta su quasi 3mila adolescenti britannici e pubblicata ieri su Tobacco Control

Uova contaminate: analisi su campioni di uova, carne di pollame e ovo-prodotti

Zooprofilattico Abruzzo eseguirà le analisi

Tutti i benefici del fico

Il fico è un frutto autunnale ricco di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

El Pais, mojitos in spiaggia sono un ‘nido batteri’

Analizzate bevande e panini di venditori ambulanti in Spagna

Malattie croniche ai polmoni, salgono i morti nel mondo

Per fumo e smog registrati 3,2 milioni di decessi nel 2015

Uova contaminate, Ue: “15 Paesi coinvolti, anche l’Italia”

L'Italia figura tra i 15 Paesi ad aver ricevuto uova dalle aziende coinvolte nello scandalo delle uova al Fipronil

Isolato nell’intestino un batterio che ‘cura’ la sclerosi multipla

Verso nuova era della medicina con i 'farma-microbi'

Sos caldo in farmacia: boom integratori e controllo pressione

Gli italiani cercano aiuto in farmacia contro i disagi da caldo

Matcha, il tè verde ricco di antiossidanti

Un articolo apparso su Food Research International ha concluso che potrebbe migliorare anche l'attenzione e la memoria