lafucina.it
Cibo e Salute

Spinaci, cavoli, avocado e uova: la luteina, segreto anti-invecchiamento

Questi alimenti sono ricchi di una sostanza nutritiva chiamata luteina, in grado di aiutare il cervello a restare giovane

Pubblicato il 03/08/2017 da Pippo

Consumare regolarmente cavoli, spinaci, uova e avocado potrebbe aiutare a prevenire l'invecchiamento cognitivo. Questi alimenti sono infatti ricchi di una sostanza nutritiva, chiamata luteina, che sarebbe in grado di aiutare il cervello a restare giovane.

LEGGI ANCHE: Alzheimer, laser risveglia ricordi

È quanto emerge da una ricerca pubblicata sulla rivista Frontiers in Aging Neuroscience dagli scienziati della University of Illinois at Urbana–Champaign di Urbana (Usa), diretti da Anne Walk, che afferma: “Con il passare degli anni, le persone sperimentano un declino. Ma la ricerca ha dimostrato che questo processo potrebbe cominciare prima del previsto: è possibile iniziare a osservare le prime differenze introno ai 30 anni. Vogliamo quindi capire in che modo la dieta influenza le abilità cognitive durante tutto l’arco dell’esistenza. Se la luteina può proteggere dal declino cognitivo, dobbiamo incoraggiare le persone a consumare cibi che ne sono ricchi, nel momento della loro vita in cui possono trarne il massimo beneficio”.

A differenza della maggior parte degli studi precedenti, che avevano verificato gli effetti della luteina sulle prestazioni cognitive dei soggetti anziani, in questo caso la ricerca si è concentrata sui giovani e sulle persone di mezz’età, coinvolgendo 60 adulti di età compresa tra 25 e 45 anni. L’obiettivo dei ricercatori era, infatti, quello di scoprire se a livello cerebrale esistessero differenze significative tra gli individui che presentavano livelli di luteina alti e quelli che ne avevano quantità inferiori.

Gli studiosi hanno osservato che la luteina - che non viene prodotta dal corpo umano, ma può essere acquisita soltanto attraverso la dieta - si accumula nei tessuti del cervello, ma anche nell'occhio: questo ha permesso loro di quantificarne i livelli senza dover ricorrere a tecniche invasive. Hanno, infatti, misurato i livelli della sostanza presenti negli occhi dei partecipanti, invitandoli a osservare dentro un telescopio una luce lampeggiante. Hanno poi chiesto ai volontari di svolgere un test cognitivo, che richiedeva attenzione, mentre tenevano sul cuoio capelluto degli elettrodi, che hanno permesso agli scienziati di valutarne l'attività neuronale. (FONTE)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

10 valide ragioni per consumare i porri

I porri rappresentano un alimento che racchiude sorprendenti proprietà curative e nutrizionali.

Il brodo di pollo in inverno è una vera medicina

Ha un effetto antinfiammatorio con benefici alle vie respiratorie, ecco la ricetta

Listeria nella provola, ritirato un lotto

Il Ministero della Salute ha provveduto al ritiro di un lotto di provola

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Ecco perché mangiare tanto cavolo nero

Ingrediente principale della ribollita toscana, un toccasana contro il freddo

Albero vero o finto: qual è la scelta migliore per l’ambiente?

La vita dei nostri alberi di Natale: prima e dopo

La dieta per arrivare a Natale con la coscienza a posto

La dieta consigliata dal nutrizionista

Arriva la Dieta vegana in versione Mediterranea

Da cereali a olio di oliva,alimenti tutti derivati da tradizione

4 cose sui pompelmi che non sapevi

Per esempio che l'estratto dei semi hanno potere battericida e antimicotico

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

Qual è la differenza tra arancia bionda e rossa?

Le arance rosse sono ricche di antocianine

Latte per neonati ritirato dai supermercati per rischio salmonella

Allarme salmonella per alcuni lotti di latte artificiale

Ecco perché vale la pena mangiare i cachi

Racchiudono straordinarie proprietà per il nostro organismo

I cibi che contengono Vitamina E (e ci proteggono da moltissime malattie)

La Vitamina E è preziosa contro diabete, demenza senile, malattie cardiovascolari e gastrointestinali

5 straordinarie proprietà dell’arancia

Ecco perché mangiare le arance durante i mesi invernali