lafucina.it
Medicina

Con sindrome ovaio policistico rischio diabete quadruplica

Malattia legata alla resistenza dell'insulina

Pubblicato il 04/09/2017 da La Fucina

La sindrome dell'ovaio policistico, uno dei più comuni disturbi ginecologici nelle donne in età riproduttiva, è legata a un rischio quattro volte maggiore di sviluppare diabete di tipo 2. Questa patologia, che si caratterizza per alterazioni degli ormoni, per l'ingrossamento delle ovaie e la presenza di cisti ovariche multiple, colpisce il 5-10% delle donne ed è legata anche a una resistenza all'insulina. I muscoli, il grasso e il fegato non rispondono correttamente all'ormone, quindi il corpo continua a produrne di più e questo è un fattore di rischio per lo sviluppo di diabete.

Emerge da uno studio danese, dell'Ospedale universitario di Odense, pubblicato su The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism. Gli studiosi hanno preso in esame i dati relativi a 19.639 donne in età fertile con sindrome dell'ovaio policistico seguite in media per 11 anni, confrontandole con altre che avevano la stessa età ma non la stessa patologia, per un totale di 54.680. Sono stati analizzati i livelli di glucosio, testosterone, trigliceridi e colesterolo, ma anche altri fattori come l'età e l'indice di massa corporea. "Abbiamo scoperto che il rischio di sviluppare il diabete è quattro volte maggiore e che la malattia viene diagnosticata quattro anni prima nelle donne con sindrome dell'ovaio policistico"sintetizza Dorte Glintborg, una delle autrici dello studio. In queste ultime la diagnosi di diabete avviene infatti a circa 31 anni, a fronte di una media di 35. Indice di massa corporea e livello di glucosio sono fattori da monitorare in modo particolare perché possono predire il rischio. (Fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

I grani antichi sono davvero più sani di quelli moderni?

E' vero che sono più nutrienti e contengono meno glutine?

Come sbucciare la melagrana in 1 minuto

Ecco un trucchetto per aprire la melagrana facilmente

Mele e pomodori riparano i polmoni degli ex-fumatori

Rallentano il declino della funzione respiratoria anche per chi non fuma

La colazione per non sentire fame fino a pranzo

Sazia a spegne la fame nervosa, è una colazione talmente completa che possiamo evitare lo spuntino

Quante calorie contiene una fetta di panettone o di pandoro?

In ogni fetta sono contenuti 5 cucchiaini di zucchero che ci fa superare la soglia fissata dal OMS

Perché i broccoletti sono così buoni per la salute

Tutte i benefici dei broccoletti e qualche ricetta sfiziosa per cucinarli

10 valide ragioni per consumare i porri

I porri rappresentano un alimento che racchiude sorprendenti proprietà curative e nutrizionali.

Il brodo di pollo in inverno è una vera medicina

Ha un effetto antinfiammatorio con benefici alle vie respiratorie, ecco la ricetta

Listeria nella provola, ritirato un lotto

Il Ministero della Salute ha provveduto al ritiro di un lotto di provola

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Ecco perché mangiare tanto cavolo nero

Ingrediente principale della ribollita toscana, un toccasana contro il freddo

Albero vero o finto: qual è la scelta migliore per l’ambiente?

La vita dei nostri alberi di Natale: prima e dopo

La dieta per arrivare a Natale con la coscienza a posto

La dieta consigliata dal nutrizionista

Arriva la Dieta vegana in versione Mediterranea

Da cereali a olio di oliva,alimenti tutti derivati da tradizione

4 cose sui pompelmi che non sapevi

Per esempio che l'estratto dei semi hanno potere battericida e antimicotico