lafucina.it
Medicina

60mila persone in Italia colpiti da Lupus

5 mln persone nel mondo, colpiti specialmente pelle, articolazioni, reni, sangue, oltre che il cervello

Pubblicato il 15/09/2017 da La Fucina

Sono cinque milioni, secondo le stime diffuse sul proprio sito dalla Lupus Foundation of America, le persone al mondo colpite da una forma di lupus. Il 90 per cento sono donne. In Italia più di 60mila. La malattia, la cui forma più comune è il lupus eritematoso sistemico, è cronica, di tipo autoimmune. Il sistema immunitario perde la sua abilità di differenziare agenti esterni da cellule e tessuti appartenenti all'organismo, quindi reagisce aggredendo l'organismo stesso.Il lupus causa disturbi in varie parti del corpo, specialmente la pelle, le articolazioni, i reni, il sangue e ogni tipo di tessuto connettivo, oltre che il cervello. Proprio i reni sono stati particolarmente colpiti nel caso della popstar Selena Gomez, che ha dovuto ricorrere al trapianto con un organo donato dalla sua migliore amica,l'attrice Francia Raisa Almendarez. Come spiega il Johns Hopkins Lupus Center, il 50% delle persone che hanno questa patologia sperimenta un coinvolgimento dei reni.La parte più colpita sono i glomeruli, le componenti del rene dove si effettua la filtrazione del sangue. Si può arrivare al trapianto d'organo perché la glomerulonefrite (questo il nome della malattia in cui sono colpiti i glomeruli) si cronicizza, determinando alterazioni anche dei vasi sanguigni che portano insufficienza renale e quindi richiedono la dialisi o appunto il trapianto. Il lupus puo' essere responsabile di dolori articolari, facile affaticabilita', febbri, manifestazioni cutanee, perdita di capelli, anemia, aborti spontanei, tendiniti, pleuriti, pericarditi, disturbi neurologici o psichiatrici.

L'andamento è diverso da paziente a paziente, con "inspiegabili" remissioni o riacutizzazioni. Anche per questo va seguito nei periodi di remissione. I farmaci (cortisone e immunosoppressori) non servono a guarire dalla patologia, ma consentono di controllarne o bloccarne il decorso. Selena Gomez ha dichiarato anche di essersi dovuta sottoporre a chemioterapia. La ricerca su questa patologia è molto attiva. Per informazioni www.lupus-italy.org. (Ansa)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Formaggio ritirato contaminato da Listeria

Lotto di produzione 04827 di taleggio Dop a latte crudo

La caffeina potrebbe ridurre il rischio di morte tra le donne

Ma gli uomini non hanno lo stesso beneficio

Alzheimer, i 10 segnali che non bisogna sottovalutare

Si celebra oggi 21 settembre la Giornata mondiale dell'Alzheimer

Intossicati da falso zafferano, nuovo caso a Modena

Responsabile nei giorni scorsi della morte di una coppia di coniugi veneti.

Chikungunya: 86 casi in tutto, 10 nuovi nel Lazio

Ad oggi sono 86 le persone colpite dal virus

Farmaco anti-diabete riduce l’aggressività del cancro alla prostata

E' la metformina. Sesti (Sid), promettenti ricadute su pazienti

Un milione di mamme maltrattate durante il parto

Ricerca Doxa, per una donna su 4 azioni lesive della dignità

Emicrania sconfitta stimolando il nervo vago dall’esterno

Con un apparecchietto che il paziente può applicare sul collo e senza dolore

L’etichetta cambierà colore se il cibo è andato a male

Ricerca Usa, nanostrutture diventano 'sentinelle' di qualità

Una pausa nella dieta può aiutare la perdita di peso

La 'chiave' del successo starebbe nel riavvio del metabolismo

Oms, Italia indietro su prevenzione ictus e attacchi cuore

Nel mondo malattie non trasmissibili fanno 15 mln morti

Chikungunya: Lorenzin, è dolorosa ma non esiste un vero pericolo sanitario

A novembre G7 su come il cambiamento climatico incide sulla salute

Quel dolore insopportabile causato dal Fuoco di Sant’Antonio

La nevralgia post-erpetica colpisce 30mila persone, il 20% di coloro che hanno l'Herpes Zoster

Yoga e meditazione, 25 minuti ‘accendono’ il cervello e l’energia

Grazie a rilascio endorfine e aumento flusso sanguigno

Verso nuovi test per diagnosticare l’Alzheimer ma manca la cura

Il 21 giornata mondiale, in Italia 600 mila malati, e aumenteranno