lafucina.it
Cibo e Salute

Sapevate che il mirtillo rosso protegge il sistema immunitario?

Ecco tutti gli altri benefici che porta al nostro organismo

Pubblicato il 11/10/2017 da La Fucina

Le fantastiche proprietà del mirtillo rosso

Il mirtillo rosso da molti è considerato un supercibo ricco di sostanze nutritive e antiossidanti, in altre parole questo è un frutto che porta benessere. I mirtilli rossi sono infatti un'ottima fonte di vitamina C, che è un antiossidante, e sono in grado di proteggere il nostro organismo dai danni prodotti dai radicali liberi e di fortificare il nostro sistema immunitario per proteggerci dalle infezioni. Si dice che i marinai una volta portavano con sé nei loro viaggi queste bacche di color rosso per evitare di contrarre lo scorbuto e gli storici hanno ipotizzato che gli indiani d'America usassero questo frutto oltre che nutrirsi anche per curarsi e anche creare tinte per l'abbigliamento.

GUARDA IN ALTO: Tutti i benefici dei mirtilli

Proprietà e benefici del mirtillo rosso

Perché non aggiungerli nel carrello della spesa? Dopo tutto mezza tazza di mirtilli contiene solo 25 calorie e porta tantissimi benefici al nostro corpo come la riduzione del rischio di infezione delle vie urinarie e di certi tipi di cancro. E oltre a rafforzare il sistema immunitario ci aiuta a ad abbassare la pressione del sangue. Sono essenzialmente tre le sostanze contenute nel mirtillo rosso che fanno bene al nostro organismo: Vitamina C, Vitamina E e fibre. La prima, come già accennato, è un potente antiossidante naturale che blocca l'azione dei radicali liberi. La Vitamina E è un altro antiossidante che può ritardare o prevenire malattie croniche associate ai radicali liberi. E infine abbiamo le fibre, che se consumate regolarmente riducono il rischio di contrarre coronaropatia, ictus, ipertensione, diabete, obesità e determinate malattie gastrointestinali. Le fibre, per di più, fanno sì che i livelli di colesterolo e la pressione del sangue si riducano. LiveScience riporta che i mirtilli sono in prima fila nel combattere un particolare batterio che vive nel muco gastrico dello stomaco umano: l’Helicobacter pylori. Questo batterio può produrre sostanze che danneggiano le cellule e nel tempo può causare gastrite e ulcera.

Fonti: LiveScience, MedicalNewsToday

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.

banner basso postfucina





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

La pasta con la farina d’orzo contrasta l’infarto

Grazie a beta-glucani induce la formazione di 'bypass' naturali

La Prevenzione a tavola ci sta a cuore

Tutte le novità che abbiamo in serbo per voi

Per la salute intestinale scegliere broccoli e cavoletti

Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Functional Foods

Qual è la differenza tra marmellata e confettura?

Sapevate che i due termini non sono affatto sinonimi?

Livelli di rame troppo alti nel vino Barbera

Lotti ritirati

La bevanda fatta in casa ideale per abbassare la pressione

Tra gli ingredienti ci sono alcuni alimenti indicati per chi soffre d'ipertensione

10 luoghi comuni sull’alimentazione assolutamente falsi

La maggior parte delle credenze in ambito alimentare sono completamente false

Meno zuccheri nelle bibite ridurrebbe le malattie legate all’obesità

Meno incidenza di ictus, diabete e cancro ai reni

Dado vegetale: 10 buoni motivi per non usarlo

Il dado industriale contiene ingredienti controversi che sarebbe bene evitare

Trovate larve nelle confezioni di Fiocchi di Avena

Lotto sospeso

I micrortaggi tengono a bada il colesterolo e non fanno ingrassare

Dando una grossa mano al cuore

Il formaggio più puzzolente del mondo

Il Vieux Boulogne è una meraviglia, ma l'odore che emana non è molto gradevole

I grassi della frutta secca e della soia difendono dal diabete

Tutto merito degli omega 6

I 5 Antibiotici naturali che combattono le malattie

Un rimedio naturale per evitare effetti collaterali

Condire l’insalata con l’olio di semi di soia sarebbe meglio

Secondo un nuovo studio aiuta l'assorbimento dei nutrienti