lafucina.it
Cibo e Salute

I dolcificanti artificiali aumentano il rischio di diabete

A puntare il dito contro le alternative allo zucchero è uno studio pubblicato sulla rivista 'Nature'

Pubblicato il 09/11/2017 da La Fucina

I dolcificanti artificiali aiutano nel controllo del peso, ma non il diabete. Anzi, tutt'altro. A puntare il dito contro le alternative allo zucchero è uno studio pubblicato sulla rivista 'Nature', secondo il quale gli edulcoranti potrebbero avere effetti dannosi sulla flora batterica e, di conseguenza, sul metabolismo del glucosio, provocando una predisposizione all'insorgenza del diabete.

A dimostrarlo è stato un gruppo di ricercatori del Weizmann Institute of Science di Rehovot (Israele) che ha somministrato a topi di laboratorio acqua con zucchero e un dolcificante (saccarina, aspartame o sucralosio), notando come sviluppassero marcata intolleranza al glucosio e innalzamento dei livelli di glicemia rispetto ai topi a cui invece veniva somministrata semplice acqua e zucchero. I ricercatori hanno ipotizzato che questo fosse dovuto all'effetto sul microbiota intestinale, trovando conferma nel fatto che grazie ai probiotici si riusciva a neutralizzare l'effetto dei dolcificanti. La stessa associazione tra consumo di edulcoranti e squilibri del metabolismo del glucosio è stata quindi riscontrata su sette volontari sani che non consumava dolcificanti. "Nella metà dei soggetti, anche un'esposizione di breve periodo alla saccarina induce un aumento significativo della glicemia", spiega Eran Segal, del Dipartimento di Immunologia del Weizmann Institute. Secondo gli esperti "non è il caso alimentare il panico". "Prima che questi risultati possano essere traslati in raccomandazioni nutrizionali c'è bisogno di ulteriori conferme e di riflessione", spiega Enzo Bonora, presidente della Società italiana di diabetologia (SID).

Tuttavia potrebbe aprire "nuove prospettive terapeutiche", secondo Giorgio Sesti, ordinario di Medicina Interna dell'Università della Magna Graecia di Catanzaro e presidente eletto della SID. "Attraverso modificazioni dietetiche, impiego di probiotici e ricorso ad antibiotici intestinali - sottolinea - sarà forse possibile prevenire il diabete, ma certamente non curarlo". (ANSA)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.

banner basso postfucina





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Latte e formaggi diminuiscono il rischio tumore del colon-retto

Rapporto del World Cancer Research Found

Pesticidi e altri contaminanti nel tè

Valori critici su i té Lipton, Twinings e Auchan

I super cibi per l’inverno

Impariamo a supportare le nostre difese immunitarie nelle stagioni di transizione

Come evitare le allergie ai cibi già in gravidanza e allattamento

Lo rivela uno studio condotto presso il Boston Children's Hospital

10 validissimi motivi per mangiare i semi di zucca

I semi di zucca hanno proprietà straordinarie e benefici per il nostro organismo

Giuggiole, il frutto autunnale che fa bene alla salute

Proprietà anti-obesità, ipoglicemizzanti, antiossidanti, epatoprotettive e gastroprotettive

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

L’alimentazione contro il freddo: ecco come passare l’inverno senza ammalarsi

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale, insieme ad un buon riposo

Tumore al pancreas, dal 2002 casi in aumento di quasi il 60%

L'annuncio dell'Associazione italiana di Oncologia medica

Micotossine nella farina della polenta di Arcene: non consumatela

Lotto ritirato dal commercio

Ecco perché mangiare aglio (più un trucco per non puzzare)

L'aglio apporta benefici importantissimi per la nostra salute

5 ottimi motivi per mangiare indivia

L'indivia è una verdura eccezionale per il nostro organismo

I funghi rallentano l’invecchiamento grazie agli antiossidanti

Soprattutto i funghi porcini

6 ottimi motivi per mangiare lenticchie

Risultano essere ricche di fibre sali minerali e vitamine

La patata d’oro, ricca di vitamina A, E e prevenire molte malattie

Dall'Italia la 'patata d'oro', ha 3 geni di un batterio