lafucina.it
Cibo e Salute

I cibi che contengono Vitamina E (e ci proteggono da moltissime malattie)

La Vitamina E è preziosa contro diabete, demenza senile, malattie cardiovascolari e gastrointestinali

Pubblicato il 04/12/2017 da La Fucina

La vitamina E è un alleato naturale per la salute del nostro organismo: oltre ad essere un potente antiossidante in grado di contrastare l’effetto dannoso dei radicali liberi e dell’invecchiamento cellulare, è oltremodo importante per combattere le malattie cardiovascolari e coronariche, ad esempio evitando i coaguli del sangue, che possono provocare la formazione di trombi. Ma non è tutto: scopriamo dove e come è possibile assumere questa preziosa vitamina e quali altre benefiche proprietà possiede.

Uno dei compiti principali della vitamina E è quello di proteggere il nostro organismo rafforzando le difese immunitarie: protegge i tessuti dai radicali liberi, difende dai danni dell’inquinamento, è utile per contrastare affezioni cutanee come acne ed eczema; è un valido ausilio nelle complicazioni legate al diabete, è efficace contro le malattie gastrointestinali ed è un’ottima alleata contro la sindrome premestruale. La vitamina E, inoltre, attenua le infiammazioni croniche e la demenza senile. Ci basta?

Ecco quindi perché è importante fare una scorta naturale di questa preziosa vitamina: è ormai arcinoto infatti che il benessere del nostro organismo inizia dalla tavola e da quel che mangiamo quotidianamente.

Olio per olio: per assicurarci un buon apporto di vitamina E occorre consumare i semi e tutti gli oli vegetali che da questi vengono estratti come, ad esempio, l’olio di semi di girasole, l’olio di arachidi, l’olio di canapa oppure quello di semi di lino. Si tratta di oli sono estremamente ricchi di tocoferolo, l'ingrediente più prezioso di questa fantastica vitamina.

Amici verdi: anche gli ortaggi e la frutta, così come i cereali, sono colmi di vitamina E. Tra gli ortaggi, le verdure a foglia verde, per esempio spinaci, broccoli, crescione, cime di rapa; nella frutta, l'avocado è una vera miniera.

Mai senza: la frutta secca, oltre che buona, è davvero preziosa. Utilizzata come spezzafame ci impedisce di abbuffarci di snack ad alto contenuto calorico e zero virtù alimentari, la frutta secca, e segnatamente noci, nocciole, pistacchi e mandorle, ci aiuta a fare rifornimento di vitamina E. (Fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco perché mangiare tanto cavolo nero

Ingrediente principale della ribollita toscana, un toccasana contro il freddo

Albero vero o finto: qual è la scelta migliore per l’ambiente?

La vita dei nostri alberi di Natale: prima e dopo

La dieta per arrivare a Natale con la coscienza a posto

La dieta consigliata dal nutrizionista

Arriva la Dieta vegana in versione Mediterranea

Da cereali a olio di oliva,alimenti tutti derivati da tradizione

4 cose sui pompelmi che non sapevi

Per esempio che l'estratto dei semi hanno potere battericida e antimicotico

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

Qual è la differenza tra arancia bionda e rossa?

Le arance rosse sono ricche di antocianine

Latte per neonati ritirato dai supermercati per rischio salmonella

Allarme salmonella per alcuni lotti di latte artificiale

Ecco perché vale la pena mangiare i cachi

Racchiudono straordinarie proprietà per il nostro organismo

5 straordinarie proprietà dell’arancia

Ecco perché mangiare le arance durante i mesi invernali

Aglio, scoperta proprietà straordinaria per la salute

Composto chimico in grado d’impedire le comunicazioni tra i batteri

La dieta per eliminare glifosato e pesticidi dal nostro organismo

L'esperimento di una famiglia italiana con 2 bambini, test sulle urine

Bello preparare i dolci di Natale, ma mai mangiare l’impasto crudo

Esperti, farina può ospitare il batterio Escherichia Coli

Chi beve caffè soffre meno di malattie cardiache, diabete e disturbi epatici

Lo studio dell'Università di Edimburgo

Usare troppo il collutorio aumenta il rischio diabete

Ricerca Usa, il liquido agisce anche sui batteri buoni